Bill Gross: i cinque deliri degli investitori

13 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Il Re dei Bond e consulente di Janus Capital Bill Gross ha lanciato una vera e propria tempesta di tweet, così come l’hanno definita i media americani, twittando quelle che considera i cinque principali deliri degli investitori. Ovvero, le convinzioni dei mercati che si confermeranno errate.

  1. Il PIL della Cina sta crescendo a un ritmo annuale del 6%.
  2. I modelli storici delle banche centrali sono affidabili e la politica dei tassi negativi funzionerà.
  3. La crescita dell’utile per azione delle aziende è un fattore interno, opposto al “buy back” generato. (in questo caso Gross mette in dubbio la capacità delle aziende di aumentare i profitti senza ricorrere ad operazioni di buy back, ovvero di riacquisto di proprie azioni”.
  4. Le modifiche al trattamento fiscale delle aziende aumenteranno la produttività invece degli utili corporate.
  5. I dati demografici non contano, in quanto si muovono troppo lentamente.

I commenti di Gross, in particolare quello relativo alla Cina, sono arrivati dopo che il Fondo Monetario Internazionale , nel report pubblicato ieri, ha rivisto al rialzo il suo outlook sul Pil della Cina di 0,2 punti percentuali, al 6,5% per il 2016 e al 6,2 per il 2017.

Quest’anno il Fondo di Gross da $1,3 miliardi, Janus Global Unconstrained Bond Fund, ha garantito un ritorno del 2,2%.