Beni Stabili, emissione prestito obbligazionario e ABB

14 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il cda di Beni Stabili S.p.A. ha approvato l’esecuzione di un’operazione di collocamento privato di massime n. 134.802.004 azioni proprie detenute in portafoglio, corrispondenti al 7,04% del capitale sociale, con le modalità dell’accelerated book building (ABB), riservato ad investitori qualificati in Italia e all’estero. Il collocamento sarà avviato in data odierna e i relativi risultati, ivi inclusi l’ammontare definitivo delle azioni oggetto di cessione e il prezzo definitivo di cessione, verranno comunicati non appena disponibili. Nel corso della riunione di ieri, il Consiglio di Amministrazione della Società ha altresì approvato l’emissione di un prestito obbligazionario equity linked, con durata massima di cinque anni, da collocare in una o più tranche, presso investitori qualificati italiani e/o esteri, e quindi con esclusione di qualunque offerta al pubblico, fino ad un importo complessivo massimo di Euro 175 milioni che potrà essere aumentato sino a Euro 200 milioni in caso di esercizio della increase option concessa ai Joint Bookrunners al termine dell’attività di bookbuilding, nonché, in caso di esercizio integrale della over-allotment option concessa ai Joint Bookrunners entro la data di regolamento, di ulteriori Euro 25 milioni fino a Euro 225 milioni. Il prestito diventerà convertibile in azioni ordinarie della Società di nuova emissione subordinatamente all’approvazione, da parte dell’assemblea straordinaria, dell’aumento di capitale al servizio della conversione, successivamente alla quale la Società emetterà un’apposita notice agli obbligazionisti al riguardo. A tal fine, il Consiglio ha delegato il Presidente e l’Amministratore Delegato disgiuntamente a convocare un’assemblea straordinaria al fine di deliberare un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, comma 5, c.c. per un importo nominale corrispondente all’ammontare effettivo e alle condizioni complessive del prestito obbligazionario equity linked collocato e a un prezzo di emissione per azione corrispondente al prezzo di conversione delle obbligazioni equity linked. Le obbligazioni equity linked saranno emesse alla pari, e avranno una cedola semestrale e a tasso fisso compreso tra il 3,5% e il 4,25% per annum. Il premio di conversione delle obbligazioni equity linked sarà compreso tra il 27,5% e il 32,5%. Il prestito sarà suddiviso in obbligazioni del valore nominale unitario non inferiore a Euro 1.000,00, inizialmente offerto in lotti minimi pari a Euro 50.000,00. Il collocamento sarà avviato in data odierna e i risultati, insieme ai termini definitivi del prestito che saranno determinati a seguito del bookbuilding, verranno comunicati non appena disponibili. Successivamente alla data di regolamento, verrà presentata alla Borsa del Lussemburgo richiesta di ammissione a quotazione delle obbligazioni equity linked sul mercato Euro MTF. Le operazioni permetteranno alla Società, da un lato, di compiere un ulteriore significativo passo in avanti per l’ottenimento dei requisiti dello status SIIQ e, dall’altro, di conseguire una maggiore flessibilità finanziaria mediante il reperimento di risorse finanziarie dal mercato dei capitali. In particolare, tali risorse si prevede saranno utilizzate principalmente per il rimborso a scadenza – prevista nell’ottobre 2011 – del prestito obbligazionario “Beni Stabili S.p.A. 2,5% 2011 convertibile in azioni ordinarie”. BofA Merrill Lynch, BNP Paribas e Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A. agiranno in qualità di Joint Bookrunner per il collocamento dei titoli obbligazionari equity linked e per il collocamento privato di azioni della Società.