Bando Navigator: guida al concorso

18 Aprile 2019, di Alessandra Caparello

Dal 6 marzo 2019 si può fare richiesta del reddito di cittadinanza, un sostegno economico ad integrazione dei redditi familiari e al tempo stesso misura di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale.

Il Reddito di cittadinanza è associato a un percorso di reinserimento lavorativo e sociale: entro 30 giorni dal riconoscimento del reddito infatti, il beneficiario è convocato dai Centri per l’Impiego per stipulare il Patto per il lavoro. Obbligo del beneficiario del reddito è accettare almeno una di tre offerte di lavoro congrue.

A guidare i beneficiari del reddito di cittadinanza verso il reinserimento nel mercato del lavoro sono i navigator. Per assumere questo ruolo bisogna vincere un concorso. Dalle 10 di mattina del 18 aprile fino all’8 maggio sono ammesse le domande. L’applicazione va fatta online previa autenticazione. In 3.000 saranno assunti fino al 30 aprile del 2021.

Navigator: il bando di Anpal Servizi

Nei giorni scorsi è stato pubblicato il bando di Anpal Servizi per individuare chi si occuperà di predisporre la prova di selezione dei navigator ma ancora il bando di selezione vero e proprio per assumere i navigator non c’è e occorre attendere l’esito delle trattative tra governo e Regioni. Si precisa che la Conferenza delle Regioni ha dato all’unanimità parere favorevole per un accordo con il governo.

L’intesa tra governo e Regioni prevede che ci sarà l’assunzione di 3mila navigator contro i 6mila previsti in precedenza. In attesa quindi del bando per il reclutamento dei navigator con i requisiti previsti per chi intende partecipare alla selezione e con i chiarimenti sul tipo di contratto e il compenso bisogna attendere e per ora circolano indiscrezioni.

Requisiti

I navigator che dovranno assistere i beneficiari del sussidio nell’inserimento lavorativo e controllare che rispettino gli adempimenti previsti, dovrebbero essere ammessi alla selezione senza limiti d’età, come sembrava in un primo momento. Pare però sarà necessaria una laurea magistrale in Giurisprudenza, Economia, Scienze politiche, Statistica e Scienze della formazione. Non è ancora certo se saranno ammessi anche altri corsi di laurea, come Filosofia e Sociologia. In discussione se e come valorizzare il voto di laurea, e quindi se mettere un paletto sul voto minimo che potrebbe essere 100.

Domanda

Per diventare navigator sembra si dovrà superare un test a risposta multipla con al massimo 100 quesiti su 10 materie tra cui cultura generale, logica, informatica, diritto del lavoro, diritto di cittadinanza. La prova selettiva potrà essere svolta in tre o più giornate (fino a sei) e in più sessioni giornaliere, nei locali messi a disposizione da Anpal, a Roma.

Stipendio

Stando al comunicato ANPAL allegato al bando navigator ai candidati si offre un contratto di collaborazione con un reddito lordo annuo di 27.338,76 euro con 300 euro addizionali per coprire le spese di viaggio, vitto e alloggio eventuali.