Banca Generali, raccolta di giugno supera i 400 milioni

11 Luglio 2019, di Alessandro Piu

La raccolta netta è stata positiva nel mese di giugno per Banca Generali, attestandosi a 407 milioni di euro. Il totale cumulato da inizio anno supera così i 2,8 miliardi di euro.

L’amministratore delegato e direttore generale di Banca Generali, Gian Maria Mossa, ha commentato:

“Un altro mese in decisa crescita per i flussi di raccolta con una domanda molto attenta alle caratteristiche distintive della nostra offerta in chiave di diversificazione e protezione. Il bilancio del semestre conferma la forza dei nostri consulenti che si posizionano ai vertici del mercato di riferimento per professionalità e  competenze. La volatilità e l’incertezza per le variabili economiche e geo-politiche sta avvicinando le famiglie alle opportunità della consulenza evoluta che consente di monitorare con accuratezza non solo gli asset finanziari ma il patrimonio nella sua interezza. La sostenibilità del nostro modello di business ci rende fiduciosi per il futuro”.

Nel mese di giugno, in particolare, sono risultate particolarmente richieste le soluzioni gestite della Sicav Lux IM1 con oltre 256 milioni di euro di raccolta netta (1 miliardo da inizio anno) e prosegue l’interesse per le polizze BG Stile Libero che da inizio anno hanno registrato 176 milioni di euro di raccolta.

Resta sostenuta la domanda anche di prodotti di risparmio amministrato tra cui in particolare segnaliamo 43 milioni di euro di nuove emissioni di certificati (205 milioni da inizio anno) e 35 milioni da cartolarizzazioni (325 milioni da inizio anno).

Infine si evidenzia il forte risultato della consulenza evoluta (Advisory) che continua a trovare grande riscontro tra la clientela come testimonia il progresso di 400 milioni di euro nel mese. Da inizio anno, le masse in consulenza evoluta sono cresciute del 78% rispetto ai 2,3 miliardi al 31 dicembre 2018 raggiungendo l’attuale livello di 4 miliardi di euro.