Avvio di seduta incerto per i listini del Vecchio Continente

14 Agosto 2020, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta all’insegna della cautela per le borse europee questa mattina, in una giornata che potrebbe essere caratterizzata da volumi ridotti alla vigilia del Ferragosto.

Nei primi istanti di scambi  a Piazza Affaro l’indice Ftse Mib segna una flessione dell’1%, a Francoforte il Dax cede lo 0,5%, mentre a Parigi il Cac40 e a Londra il Ftse 100 lasciano sul terreno rispettivamente lo 0,64% e lo 0,53%.

A condizionare gli investitori pesa la ripresa dei contagi da coronavirus in tutti i principali paesi europei, in Italia ieri abbiamo superato la soglia dei 500 nuovi contagi. Nelle regioni turistiche i governatori stanno prendendo nuovi provvedimenti per localizzare i focolai ed evitare contagi fuori controllo.

Sui mercati internazionali aleggia una certa prudenza di fronte allo stallo delle trattative al Congresso Usa sul piano di stimolo economico per fronteggiare la crisi innescata dalla pandemia di coronavirus. Nei giorni scorsi la speaker della Camera, Nancy Pelosi ha escluso la prospettiva di un qualsiasi accordo nei prossimi giorni. In un clima di attesa in vista della videoconferenza Usa-Cina per discutere sullo stato dell’accordo commerciale di Fase 1.

E’ un finale d’ottava con numerosi dati economici in agenda. Focus stamattina sugli ultimi dati sulle vendite al dettaglio e sulla produzione industriale in arrivo dalla Cina per il mese di luglio che “continuano a indicare una debole ripresa nella regione”, sottolinea Michael Hewson Chief Market Analyst di CMC Markets UK.

Nel corso della mattinata è atteso poi il Pil della zona euro. Si passa nel pomeriggio ai dati Usa, con l’uscita della produzione industriale, delle vendite al dettaglio e della Fiducia consumatori calcolata dall’Università del Michigan.