Auto: novembre positivo per le immatricolazioni. FCA indietro

17 Dicembre 2019, di Mariangela Tessa

Novembre in corsa per le immatricolazioni di auto in Europa (Ue + Efta). Secondo i dati dell’associazione dei costruttori Acea, le vendite di auto nuove sono aumentate del 4,5% rispetto a un anno prima, raggiungendo 1,21 milioni di unità.

Negli undici mesi le nuove immatricolazioni hanno così toccato 14,54 milioni di unità, in calo dello 0,3%.

Con l’eccezione del Regno Unito (-1,3%), tutti i principali mercati del Continente sono cresciuti: Germania (+9,7%), Spagna (+2.3%), Italia (+2.2%) e Francia.

Parlando dei singoli gruppo, VW ha segnato un +13,4%, PSA -7,9%, Renault +4,1%, Hyundai +6,9%, BMW -0,1%, Daimler +7%, Ford +3,4%.

FCA: novembre indietro, in calo quota di mercato

Se il mercato delle quattro ruote riparte, lo stesso non si può dire per le nuove immatricolazioni di auto del gruppo FCA.

Nel mese di novembre in Europa (Ue + Efta), le vendite del gruppo italo statunitense sono diminuite rispetto a un anno prima dell’1,6% a 67.739 unità, con una quota di mercato che si è attestata al 5,6% (dal 5,9%). Complessivamente negli undici mesi il calo è stato dell’8,7% con 877.025 nuove immatricolazioni.

A novembre ha pesato il calo di Jeep (-15,8%) e di Lancia/Chrysler (-3,5%); meglio Fiat (+3,1%) e Alfa Romeo (+2,3%).

Sempre a proposito di FCA, secondo quanto riportato da rumors stampa, la firma del memorandum of understanding tra il gruppo e Psa dovrebbe essere annunciata domani. Molti dettagli dell’operazione, che porterà alla nascita del quarto costruttore al mondo con 8,7 milioni di auto vendute, sono noti.

La nuova società sarà paritetica (50% Fca e 50% Psa), avrà sede in Olanda e sarà quotata a Milano, Parigi e Wall Street. Sarà guidata da Carlos Tavares, ad, e John Elkann, presidente.