Auto: novembre positivo per le immatricolazioni grazie a “chilometri zero”. FCA in controtendenza

3 Dicembre 2019, di Mariangela Tessa

Si conferma anche nel mese di novembre la tendenza positiva nel mercato delle quattro ruote anche se il dato è dovuto in particolare a “chilometri zero”.
Lo scorso mese sono state immatricolate 150.587 autovetture, con una crescita del 2,17% rispetto a novembre 2018, quando ne erano state immatricolate 147.386.

Il dato fa seguito ad un mese di ottobre positivo, quando erano state immatricolate 157.080 autovetture, con una variazione di +6,83% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

I dati, resi noti dal Ministero dei Trasporti, mostrano tuttavia ancora un saldo negativo da inizio anno. Tra gennaio e novembre, infatti, la motorizzazione ha in totale immatricolato 1 milioni e 775 mila autovetture, con una variazione di -0,58% rispetto al periodo gennaio-novembre 2018, quando ne erano state immatricolate 1786 milioni.

Il dato di novembre, non negativo, ma neppure brillante – secondo il Centro Studi Promotor – è dovuto “in larga misura ad un forte apporto di immatricolazioni di vetture destinate ad essere vendute sul mercato dei chilometri zero“.

FCA in controtendenza

Se novembre si conferma un mese positivo per le quattro ruote, lo stesso non si può dire per FCA: l’insieme dei marchi Alfa Romeo, Chrysler, Jeep, Dodge, Fiat e Lancia ha registrato un calo delle immatricolazioni del 4,08% a 34.033 veicoli, contro i 35.481 dello stesso periodo dell’anno scorso.

Il mese scorso la quota di mercato si è attestata al 22,6%, contro il 24,08% di un anno prima. Come emerge dai dati diffusi dal ministero dei Trasporti, nel periodo gennaio-novembre le registrazioni di Fca sono state pari a 421.015 unità (-10,02% rispetto allo stesso periodo 2018) e con una quota di mercato scesa dal 26,2% al 23,71%.

Entrando nel dettaglio dei singoli marchi, nel mese di novembre le vendite Fiat sono calate dell’1,63% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso a 21.733 unità, con una quota di mercato scesa lievemente al 14,43%, quelle di Alfa Romeo sono salite del 9,93% a 2.037 unità, con una quota di mercato dell’1,35%.

Le immatricolazioni del marchio Chrysler/Jeep/Dodge sono diminuite del 15,98% a 5.943 unità, con una quota di mercato del 3,95%, mentre quelle di Lancia sono scese del 3,2% a 4.320 unità, con una quota di mercato del 2,87%. Per quanto riguarda Maserati, le cui immatricolazioni non sono incluse in quelli di gruppo, le vendite di novembre 2019 sono scese del 43,46% a 121 unità.