Attesa per Moody’s, oggi responso sul rating del debito pubblico italiano

1 Aprile 2022, di Mariangela Tessa

Cresce l’attesa per l’aggiornamento del rating di Moody‘s sul debito sovrano italiano. L’appuntamento è per questa sera a mercati chiusi. Attualmente l’agenzia classifica la Repubblica italiana a livello Baa3, appena un notch (una tacca) sopra il livello speculativo con un outlook stabile.

Cosa ci si attende da Moody’s per il rating dell’Italia

In occasione dell’ultima revisione, lo scorso novembre, l’agenzia statunitense non apportò cambiamenti mentre, poco prima, Dbrs e S&P avevano confermato il rating sull’Italia, migliorandone l’outlook, rispettivamente, a stabile e a positivo mentre Fitch a inizio dicembre ha alzato il rating di un gradino a BBB dal precedente BBB- con outlook stabile.

Secondo gli analisti, il giudizio odierno dovrebbe essere confermato, mentre è atteso un taglio delle stime sulla crescita economica a causa della guerra in Ucraina, dell’impennata dei prezzi delle materie prime e dei problemi alla catena delle forniture.

Qualche giorno fa, una significativa sforbiciata sulle prospettive di crescita economica sono arrivate dagli analisti di S&P. Le nuove stime indicano per il 2022 una crescita del Pil  a +3,1% dal precedente +4,7% che era stato indicato dall’agenzia a novembre 2021, prima del conflitto in Ucraina.

Rating Italia: cosa significa

Come scrive il sito Borsa Italiana, il rating è un giudizio che viene espresso da un soggetto esterno e indipendente, l’agenzia di rating, sulle capacità di una società di pagare o meno i propri debiti. Si tratta quindi di una valutazione sintetica del profilo di rischio di credito della società e riassume le informazioni quantitative e qualitative che la banca ha a disposizione sull’impresa, in relazione all’insieme delle informazioni disponibili sulla totalità delle imprese clienti e sul loro comportamento di rimborso nel corso del tempo.
In soldoni, l’agenzia di rating valuta la solvibilità di un soggetto e cerca di attribuire oggettivamente un giudizio circa la capacità della stessa di generare le risorse necessarie a far fronte agli impegni presi nei confronti dei creditori. Tale giudizio è sottoposto a revisione periodica. A livello di investimenti, il rating è utile a monitorare il valore del proprio investimento nel tempo: l’eventuale downgrade di un emittente da parte di un’agenzia di rating rappresenta infatti un chiaro segnale di allerta ai mercati e ai singoli investitori che, diversamente, non avrebbero la capacità di rilevare tempestivamente la necessità di ristrutturare le proprie attività.