Rating Italia, Fitch ci promuove a BBB, outloook stabile

4 Dicembre 2021, di Massimiliano Volpe

A sorpresa venerdì sera Fitch ha alzato il rating sull’Italia di un gradino a BBB dal precedente BBB- con outlook stabile. La decisione di Fitch di alzare il rating dell’Italia corona una serie di valutazioni positive rilasciate da cinque altre agenzie di rating, che in queste settimane hanno migliorato il loro outlook sul Paese. Tra queste ricordiamo S&P, DBRS e Scope Ratings.

Secondo quanto precisato da una nota del ministero dell’Economia, le agenzie riconoscono che dopo la forte caduta del Pil registrata nel 2020 quest’anno l’Italia ha fatto segnare una forte ripresa economica, sopra la media europea, grazie sia al dinamismo del nostro sistema economico e produttivo sia agli sforzi messi in campo dal Governo per contrastare gli effetti sanitari e socio-economici della pandemia. Questo risultato è molto importante anche dal punto di vista della finanza pubblica in quanto, unitamente all’oculata gestione della stessa, consente di conseguire una riduzione significativa del rapporto debito/Pil già a partire da quest’anno.

Inoltre, secondo il Mef, viene riconosciuta l’importanza cruciale per il nostro Paese del recovery plan presentato dal governo, nella misura in cui permetterà di aumentarne il potenziale di crescita rendendo ancora più sostenibile il debito pubblico.

“Pertanto – prosegue la nota del ministero dell’Economia – queste decisioni confermano la solidità della linea di politica economica perseguita dal Governo e l’esigenza di proseguire con vigore sulla strada delle riforme e degli investimenti, secondo il piano concordato con l’Europa”.

Rating Italia: cosa significa

Come scrive il sito Borsa Italiana, il rating è un giudizio che viene espresso da un soggetto esterno e indipendente, l’agenzia di rating, sulle capacità di una società di pagare o meno i propri debiti. Si tratta quindi di una valutazione sintetica del profilo di rischio di credito della società e riassume le informazioni quantitative e qualitative che la banca ha a disposizione sull’impresa, in relazione all’insieme delle informazioni disponibili sulla totalità delle imprese clienti e sul loro comportamento di rimborso nel corso del tempo.
In soldoni, l’agenzia di rating valuta la solvibilità di un soggetto e cerca di attribuire oggettivamente un giudizio circa la capacità della stessa di generare le risorse necessarie a far fronte agli impegni presi nei confronti dei creditori. Tale giudizio è sottoposto a revisione periodica. A livello di investimenti, il rating è utile a monitorare il valore del proprio investimento nel tempo: l’eventuale downgrade di un emittente da parte di un’agenzia di rating rappresenta infatti un chiaro segnale di allerta ai mercati e ai singoli investitori che, diversamente, non avrebbero la capacità di rilevare tempestivamente la necessità di ristrutturare le proprie attività.