Attacco alla privacy? Sparire da Internet è possibile

13 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Continua violazione della privacy, profili hackerati, informazioni sensibili, nei casi di diverse aziende, ache rubate. E’ il lato più preoccupante di Internet, quello che fa paura a singoli individui e a grandi società.

La buona notizia, stando a quanto riporta il Daily Mail, è che ora una società di web hosting ha creato una guida speciale su come sparire completamente da Internet.

La guida permette di disattivare gli account, rimuovere i link dai risultati di ricerca e rimuovere i propri nomi da varie liste che compaiono nei motori di ricerca. E’ utile anche per chi preferisce semplicemente rimanere nascosto, invece che scomparire del tutto.

Il vademecum fornisce inoltre consigli su come utilizzare Internet in modo anonimo.

“I social media hanno fatto reso la vita di molte persone un un libro aperto, un po’ troppo aperto”, hanno dichiarato dalla WhoIsHostingThis (WIHT), azienda con sede a Londra e che appunto ha creato strumenti ad hoc per tutelare la privacy degli utenti di Internet. “Risulta ormai quasi impossibile rendere la nostra vita privata. Ma la verità è che con un po’ di buona volontà si può sparire da Internet”.

Esistono infatti diversi siti pronti a dare una mano, tra i più noti DeleteMe e JustDelete.me, ma per le persone che preferiscono farlo manualmente e senza alcun aiuto, WhoIsHostingThis’ infographic ha regalato alcuni piccoli passi per compiere l’impresa.

Il primo è quello di disattivare i propri principali account personali presenti sui social media, come Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn.

Secondo passo: WIHT raccomanda di ricercare il proprio nome online: in questo modo è possibile ricordare quali sono i siti in cui si è stati iscritti in passato e che poi non sono stati utilizzati più.

Nel terzo step bisogna caricare false informazioni su se stessi, in modo che possano poi essere cancellate. Con false informazioni si intendono, ad esempio, nomi o luoghi falsi.

Poi bisognerebbe anche cancellarsi dalle mailing list, tramite e-mail.

Se cercando il vostro nome su Google, troverete ancora diversi link con vostre informazioni, potete richiedere che vengano rimossi.

Come? Google ha uno strumento URL per rimuoverli, ma non è obbligato a farlo, specialmente se il sito internet in questione è gestito da un’altra società.
In questo caso la cosa migliore da fare è quella di contattare direttamente la società in questione e chiedere di venire rimossi.

“Mantenere il proprio anonimato non è affatto semplice, bisogna imparare ad usare certi tipi di account” spiegano da WIHT, “ma se siete convinti di farlo e volete mantenere la vostra privacy e la vostra sicurezza, vale davvero la pena utilizzare un po’ del vostro tempo per diventare invisibili”.