Apple: grande attesa per i nuovi iPad (e non solo)

22 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Nelle ultime settimane si erano scatenate voci sul lancio di un nuovo prodotto, un incrocio tra tablet e portatile, l’ennesimo da parte di Apple che punta a cambiare le nostre abitudini.

In realtà pare che la società di Cupertino fondata da Steve Jobs e ora gestita da Tim Cook si “limiterà” a presentare iPad di quinta generazione più veloci e con il riconoscimento dell’impronta digitale, iPad mini con display Retina, cioè a maggiore risoluzione la stessa del’iPad 4, ma anche la nuova generazione della gamma Apple tv e le date di rilascio del sistema operativo OS X Mavericks per i MacBook. Insomma di carne al fuoco ce n’è. E chissà che non ci sia spazio anche per il tanto atteso iWatch o per l’iTv.

Sono queste le indiscrezioni su Apple che circolano sui blog nel giorno dalla conferenza che si terrà il oggi allo Yerba Buena Center di San Francisco (SEGUI L’EVENTO LIVE). Un evento organizzato a poche settimane dall’arrivo in Italia dei nuovi iPhone, attesi venerdì.

“We still have a lot to cover”, ha scritto l’azienda sull’invito alla stampa, creando una ridda di voci e rumor. Il messaggio, diretto a chi sostiene che il colosso di Cupertino ha perso la sua spinta innovativa da quando non c’è più Jobs, ha fatto pensare a qualcosa di nuovo, l’ennesimo prodotto innovativo della compagnia californiana.

Le recenti acquisizioni di manager – l’ultima in ordine di tempo Angela Ahrendts da Burberry – fanno capire che qualcosa bolle in pentola, ma gli effetti si vedranno probabilmente a partire dal 2014.

Intanto, in questa occasione Apple potrebbe iniziare a trasferire su altri dispositivi le novità già implementate sull’ultimo melafonino. Per cui l’iPad 5 potrebbe avere, oltre ad un nuovo design, il ‘Touch Id’, cioè il sensore per le impronte digitali usate come password, un chip più veloce (A7 a 64-bit da fare invidia a un computer), una fotocamera migliorata e nuove colorazioni (oro, argento e grigio siderale). Tutte novità già presenti sull’iPhone 5s.
[ARTICLEIMAGE]
Per l’iPad Mini, invece, la vera novità sarebbe l’arrivo del Retina Display che offre maggiore risoluzione, oltre al fatto che il fratello minore dell’iPad potrebbe essere più sottile e leggero dell’attuale generazione. Ma le novità potrebbero non finire qui. Durante la conferenza del 22 ottobre Cupertino potrebbe presentare anche una nuova generazione di Apple Tv (la ‘scatoletta’ che collegata alla televisione permette di comprare o noleggiare film, vedere sport, video, musica e foto); annunciare le date di rilascio del nuovo Mac Pro, un ‘computer desktop’ destinato ad un pubblico professionale, un vero e proprio ‘cervello’ con circuiti interni anche cinque volte più potenti rispetto alle precedenti generazioni e con un design essenziale ed elegante (è un cilindro nero).

Ma anche la disponibilità ufficiale di OS X Mavericks, il sistema operativo per i Mac presentato alla conferenza degli sviluppatori di giungo. Infine, ci potrebbe essere spazio per una nuova generazione di MacBook Pro, i computer portatili di Apple con Retina Display e magari dotati di processori più potenti.

Altre caratteristiche o rumors sull’iPad 5 riguardano lo schermo, più sottile del 20% rispetto al predecessore: spessore di 7,5 millimetri e peso di 500 grammi. L’hardware poi, prevede il nuovo processore Apple A7X, derivato dall’A7 a 64 bit presente nel 5s.
[ARTICLEIMAGE]
Per l’iPad mini 2 invece, come detto, oltre al Retina Display (2048 x 1536 pixel di risoluzione). Hardware identico a iPhone 5s: processore Apple A7 a 64 bit e coprocessore di movimento M7 e fotocamera posteriore da 8 Mpixel.

Non si è fatta attendere la controffensiva di Microsoft e Nokia. La società finlandese ha presentato un nuovo tablet dotato di sistema operativo Windows e un phablet da 6 pollici (un ibrido tra smartphone e tablet), proprio alla vigilia dell’evento Apple.

I titoli della società madre di iPhone e iPad avanzano dello 0,7% a quota 525 dollari. Un mese fa il prezzo valeva 490 dollari.