Alitalia: Delta Airlines e Easyjet pronte a investire 400 milioni. Leonardo smentisce interesse

19 Febbraio 2019, di Alessandra Caparello

Delta Airlines e Easyjet pronte ad investire 400 milioni di euro in Alitalia. La cifra la riporta oggi Bloomberg secondo cui la seconda più grande compagnia del mondo e la seconda più grande low cost d’Europa si prenderebbe al massimo il 40% dell’ex compagnia di bandiera, da affiancare al 30% di Ferrovie dello Stato e di un’altra quota del Tesoro, tra il 15% e il 25%, a seconda del livello di coinvolgimento di altre società a controllo statale, come Poste Italiane.

Tutto però viene rinviata a mercoledì 20 febbraio quando a Londra si incontreranno i vertici dei tre interessati, Delta, EasyJet e Ferrovie dello Stato.  Secondo Bloomberg la firma dell’accordo potrebbe arrivare entro la fine di febbraio e la nuova Alitalia continuerebbe con gli attuali asset, ma i debiti resterebbero nella «bad company».

Il piano industriale prevede che il rilancio di Alitalia passi da due società distinte. La prima avrà base a Milano e easy-Jet gestirà da Linate i voli a marchio Alitalia: la prima avrà base a Milano e easy-Jet gestirà da Linate i voli a marchio Alitalia mentre la seconda newco sarà basata a Roma Fiumicino: da qui voleranno, sotto il controllo di Delta Airlines, le restanti 34 macchine di medio raggio e 26 di lungo. I rappresentanti di Ferrovie e EasyJet hanno rifiutato di commentare la notizia, mentre Delta non ha ancora commentato.

Tra le società a controllo statale tirate in ballo per il dossier Alitalia Leonardo esclude qualsiasi coinvolgimento.

Credo di aver espresso un punto di vista molto chiaro: non ne vedo il senso dal punto di vista di Leonardo”.

Così l’AD del gruppo aerospaziale italiano Alessandro Profumo.