Alitalia: Air France si sfila, ancora niente aumento

13 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Si riducono al lumicino le speranze che Air France-KLM partecipi al piano di ricapitalizzazione della ormai ex compagnia di bandiera italiana.

Alitali spera ora in un allungamento dei termini, che potrebbe dare più tempo per la trattativa con Parigi.

La scadenza del periodo di opzione per l’aumento, ad oggi fissata alla mezzanotte di venerdì 15 novembre, potrebbe anche slittare per dare modo agli azionisti più riottosi di convincersi della bontà dell’operazione.

Una fonte vicina al dossier da Parigi ha detto a Reuters che la disponibilità di Air France è ancora molto bassa, ma che ci sono dei passi in avanti nella nuova versione del piano di Alitalia che prevede 2.000 esuberi anche se il pareggio operativo appare come un obiettivo irrealistico e la compagnia deve ancora affrontare il tema del debito.

Un’apertura di credito al lavoro di del Torchio, anche se nulla di più.

Se il piano industriale di Alitalia dovesse confermare gli esuberi di cui parlano in questi giorni le indiscrezioni, la risposta della Cgil sarà “dura, molto dura”.

Lo ha affermato Susanna Camusso intervenuta a “Radio Anch’io” su Radio1 Rai. I lavoratori del gruppo “hanno già pagato prezzi altissimi – ha proseguito – Non pensiamo si possa organizzare il rilancio dell’azienda caricando pesi sui lavoratori o definendo esuberi”.

Una linea che, sostiene la leader della Cgil, il ministro Lupi nel corso dell’incontro con i sindacati ieri “ha condiviso”.