Alert, Ue: “la Grecia ha tre giorni di tempo”

2 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il peggio è passato per la crisi dell’Eurozona. Le autorità europee non hanno fatto altro che recitare la filastrocca di cui sopra negli ultimi mesi. Per mesi non si è più parlato dei debiti sovrani. Ma “di colpo” si ripresenta il caso Grecia.

Che la situazione non fosse affatto promettente lo si era compreso nelle ultime ore, in occasione del nuovo incontro tra la troika con il ministro delle Finanze Yannis Stournaras. Oggetto: valutare se Atene merita di ricevere la prossima tranche di aiuti, di 8,1 miliardi di euro.

Ora, la notizia shock, che arriva dalle dichiarazioni di funzionari Ue a Reuters: “la Grecia ha tre giorni per mostrare i risultati (e soddisfare così le richieste della troika) altrimenti ci saranno conseguenze”.

Al momento non si hanno dettagli più precisi, ma di certo Atene non è riuscita a portare avanti in modo soddisfacente il programma di privatizzazione necessario per ripianare i propri conti pubblici. La troika pretende inoltre che ci siano ulteriori licenziamenti dei dipendenti pubblici.

Sullo sfondo, c’è molta soddisfazione sui presunti progressi che la Grecia avrebbe realmente compiuto, in particolare riguardo alla sua capacità di aumentare le entrate con l’imposizione di tasse e riformare il sistema sanitario. “Siamo d’accordo sul fatto che la Grecia debba presentare risultati prima della riunione dell’Eurogruppo di lunedì. E questo significa che devono illustrare i loro piani venerdì”, ha riferito una fonte a Reuters. I ministri delle finanze dell’Eurozona si incontreranno infatti lunedì 8 luglio per discutere la situazione in Grecia.

La troika potrebbe anche rifiutarsi di erogare il prossimo pacchetto di aiuti in un’unica tranche e dividere la somma in tre pagamenti su base mensile, stando a quanto riportano i media greci. “Sono trattative molto difficili”, ha ammesso un funzionario greco che partecipa alle negoziazioni.