Alert: legge stabilità strappa soldi al fondo taglia tasse

10 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – A novembre c’era stato modo di esultare per una volta sul fronte fiscale. Sembravano infatti arrivate buone notizie per i contribuenti italiani tartassati dalle tasse e stremati dalle misure di austerita’. Come? Grazie agli incassi della lotta all’evasione la Comissione Bilancio Alla Camera aveva promesso che il fondo taglia tasse sarebbe diventato operativo dal 2013.

Ma dalle ultime indicazioni sembra che la legge di stabilita’ togliera’ soldi al fondo speciale, attivato con un emendamento alla legge di bilancio presentato dai relatori in commissione, Pier Paolo Baretta (Pd) e Renato Brunetta (Pdl).

“A partire dal 2013 il Documento di economia e finanza (Def) dovrà contenere una valutazione relativa all’anno precedente delle maggiori entrate strutturali che derivino, in modo permanente, dalla lotta all’evasione fiscale”, dice il testo.

L’emendamento dei relatori alla legge di stabilita’ ha l’obiettivo di ridurre il carico fiscale per famiglie e imprese dal 2013. Il Fondo per la riduzione della pressione fiscale sara’ alimentato “dall’attività di contrasto all’evasione nonchè dalla differenza tra la spesa per interessi sul debito pubblico prevista e quella effettivamente erogata”. L’ex ministro della Pubblica Amministrazione Brunetta ha parlato di intesa epocale.

Non solo. Come sottolinea oggi l’Huffington Post Italia, “avevano anche ottenuto di poterlo finanziare con più risorse, con la possibilità di versare in questo salvadanaio destinato ai contribuenti onesti, anche il risparmio di interessi su debito pubblico nel caso in cui lo spread fosse diminuito. Cosa che effettivamente è avvenuta (almeno fino alla settimana scorsa, prima della crisi di governo)”. Adesso però, il governo sta per riprendersi indietro i soldi.

E lo fara’ con un emendamento, di Tancredi e Legnini, che in due sole righe “cancella la parte del comma quarantuno che destina i risparmi sul debito pubblico al fondo taglia tasse”, come riporta il super blog diretto da Lucia Annunziata. A questo punto il fondo taglia tasse potra’ “contare solo sui soldi della lotta all’evasione al netto di quelli gia’ impegnati per il risanamento dei conti. Cioe’ praticamente tutti”.