Usa, salari fanno un balzo: ai massimi da un decennio

31 ottobre 2018, di Alberto Battaglia

Il livello delle retribuzioni negli Stati Uniti è cresciuto molto al di sopra delle attese nel terzo trimestre del 2018: un incremento dello 0,8% sul trimestre precedente cui corrisponde un +3.1% su base annua. La previsione Refinitiv era di un incremento ridotto allo 0,5%.
Con un tasso di disoccupazione al 3,7%, ai minimi dal 1969, la scarsità di lavoratori disponibili sta iniziando a tradursi sulla crescita dei salari, solitamente in ritardo rispetto alla ripresa economica post 2008. Questo elemento potrebbe avere conseguenze sulle future dinamiche dell’inflazione.

Hai dimenticato la password?