Forex, euro estremamente volatile tra guerra dazi e indiscrezioni Bce

11 luglio 2018, di Daniele Chicca

Sul Forex l’euro sta vivendo una seduta particolarmente movimentata. In un primo momento ha accusato cali anche pesanti per via del riaccendersi delle tensioni commerciali. Gli Stati Uniti hanno minacciato di imporre ulteriori dazi del 10% su prodotti cinesi per un valore totale di 200 miliardi di dollari. L’escalation del conflitto commerciale tra le due principali economie al mondo ha alimentato i timori sull’impatto negativo che la guerra a colpi di dazi potrebbe avere anche sulle attività e aziende in Eurozona.

L’euro si è poi portato successivamente sui massimi di seduta quando è emerso, tramite le indiscrezioni di Reuters, che i membri del board della Bce sono divisi sul timing del primo rialzo dei tassi di interesse del mandato di Draghi. Mario Draghi, che lascerà l’incarico a novembre 2019, potrebbe anche imporre una stretta monetaria la prossima estate, stando a quanto riferito da Francois Villeroy, governatore della Banca centrale della Francia.

Hai dimenticato la password?