Bce, Nouy: valutazioni flessibili per istituti più piccoli

15 maggio 2017, di Alberto Battaglia

La bozza prodotta da Bruxelles per il recepimento degli standard di Basilea per il settore bancario “è deludente”, secondo quanto afferma il capo della sorveglianza della Bce, Daniel Nouy, il quale auspica “un buon approccio” che non si fossilizzi solo sulle regole, anche sul giudizio dei vigilanti. In particolare, i requisiti e le regole per le banche più piccoli dovrebbero essere “più semplici”.
“Le regole sono statiche e non molto flessibili e non possono prevedere tutte le possibili situazioni” cui può incorrere un settore che “sta costantemente evolvendosi e creando nuovi tipi di rischi”. “Le regole” vanno dunque associate “con la flessibilità nella vigilanza. Solo così possiamo assicurare banche solide e sicure”, ha detto il capo della vigilanza Bce. Nouy ha manifestato preoccupazione per “le proposte legislative che dovranno essere discusse e che potrebbero” creare una “intelaiatura troppo rigida attorno alla vigilanza” la valutazione del patrimonio in rapporto ai rischi.

Hai dimenticato la password?