Francia, Gilet Gialli potrebbero presentarsi alle Elezioni Europee

11 dicembre 2018, di Alessandra Caparello

Mentre il presidente francese Emmanuel Macron parla alla nazione e annuncia una serie di misure per fermare le proteste delle ultime settimane, il movimento dei gilet gialli diventa sempre più importante.

Se oggi  gilet gialli presentassero una lista alle prossime elezioni europee di maggio 2019, otterrebbero in Francia il 12% dei voti, e sarebbero la seconda forza politica del paese. A dirlo un sondaggio Ipsos pubblicato da ‘Le Journal du Dimanche’ e richiesto dal partito del presidente Emmanuel Macron, La Republique en marche.

Il movimento di Macron, alleato con i centristi di MoDem, otterrebbe il 21% e sarebbe al primo posto. Ma al secondo posto spunterebbero loro, i gilet gialli che stanno dando parecchio filo da torcere a Macron. In terza posizione Rassemblement National di Marine Le Pen, con il 14 per cento, seguito dai Verdi al 3 per cento, i conservatori di Les Republicains (11%) e la sinistra di Lfi (9%).

Proprio di europee avrebbero parlato nei giorni scorsi il vicepremier Luigi Di Maio e Beppe Grillo, in occasione di un incontro riservato a Roma, come riporta l’AdnKronos e dal garante del Movimento 5 Stelle sarebbe arrivato un endorsement nei confronti dei gilet gialli.

“I gilet gialli hanno venti punti di programma, non parlano solo di tasse, vogliono il reddito di cittadinanza, pensioni più alte… tutti temi che abbiamo lanciato noi, ma sui giornali finiscono per aver contestato le tasse sulla benzina, cioè l’unica cosa giusta che ha fatto Macron”, ha detto Grillo al ‘Fatto Quotidiano’.

Così anche Alessandro Di Battista.

Le richieste dei  sono sacrosante, così come sacrosanta è la loro battaglia contro questa stramaledettissima globalizzazione”.

 

Hai dimenticato la password?