ZONA EURO: CRESCITA IN CALO PREVISTA 2° TRIM

12 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il tasso di crescita dell’economia europea nel secondo trimestre del 2001 è previsto in calo fino al 2,9%, il livello più basso dal novembre 1999, secondo uno studio del giornale tedesco Handelsblatt basato su dati della Commissione Europea.

Rispetto a dicembre e gennaio scorsi c’è stato un peggioramento nelle attese: l’indicatore del giornale che sonda la crescita segnalava infatti una stima del 3%, atteso per il primo trimestre.

La causa del rallentamento è dovuta, in parte, alla minor fiducia delle aziende.

A gennaio, per esempio, la fiducia delle imprese è peggiorata in tutta la zona euro tranne che in Irlanda, Lussemburgo e Finlandia, sulla scia della riduzione degli obiettivi di produttività e dei volumi dei contratti.