Yahoo compra Tumblr e scopre un altro enfant prodige

20 Maggio 2013, di Redazione Wall Street Italia

Roma (WSI) – Marissa Mayer, l’amministratore delegato di Yahoo!, l’ha spuntata. Ha sbaragliato la concorrenza agguerrita di Google, Facebook e Microsoft. Il consiglio di amministrazione della società di Sunnyvale ha concesso, all’unanimità, il via libera all’acquisto per 1,1 miliardi di dollari in contanti di Tumblr, piattaforma di microblogging e sito di social networking. Lo scrive questa mattina in apertura il Wall Street Journal, che aveva già anticipato la notizia la scorsa settimana.

Fondato nel 2007, Tumblr ha raccolto un immediato successo per la semplicità del suo design e del suo utilizzo e ha rapidamente fidelizzato milioni di utenti, soprattutto giovanissimi. Con questa mossa, il colosso di Internet “si mette in tasca un sito social network che è diventato un punto di snodo della comunicazione e del blogging per milioni di persone, anche se genera pochi incassi”, sottolinea il quotidiano americano.

Secondo i termini dell’accordo, Tumblr, guidata dal suo fondatore e ideatore l’enfant prodige David Karp, 26enne di New York, continuerà ad operare in modo indipendente. Quella di oggi è l’ultima di una serie di acquisizioni portate avanti dal colosso Internet nell’ultimo periodo.

Il gigante di Sunnyvale ha comprato qualche mese fa la start up Jybe, che offre raccomandazioni personalizzate per gli utilizzatori in base ai dati raccolti sui social network.

Ha fatto entrare nel suo perimetro Summly, applicazione per leggere notizie su smartphone e tablet, progettata da Nick D’Aloisio, diciassettenne di origini britanniche, che ha messo a punto l’app due anni fa. Si è messa in tasca un quota di controllo nel sito di video online di France Telecom, Dailymotion.

Ma per gli analisti finanziari i ritorni derivanti da Tumblr sono, almeno sulla carta, molto interessanti in quanto il gruppo è molto ben posizionato nell’advertising online e su dispositivo mobile: già nel 2012 ha maturato un attivo di 13 milioni di dollari e le previsioni per il 2013 dicono che potrebbe superare i 100 milioni.

Di certo oggi brinda chi per primo aveva dato fiducia a Karp, osserva il sito che si occupa di tecnologia AllThingsD citando Spark Capital, Union Square Ventures, Sequoia Capital, Greylock Partners, Insight Venture Partners and the Chernin Group.

Da loro nel 2007 Tumblr aveva raccolto un assegno da 125 milioni di dollari. Sembrava una cifra enorme per un ragazzo così giovane allora. La firma dell’accordo che riporta in calce la cifra da 1,1 miliardi di dollari oggi è la prova che ci avevano visto bene.