Xi a Roma: come cambia la viabilità nella Capitale

22 Marzo 2019, di Alessandra Caparello

Rendere l’Italia la prima grande democrazia ad aderire all’iniziativa ambiziosa della Nuova Via della Seta. Questo l’obiettivo della visita del premier cinese Xi Jingping, iniziato ieri a Roma, su invito del presidente italiano Sergio Mattarella.

Una visita quella in Italia che potrebbe avere un obiettivo più ampio che riguarda i legami commerciali. E’ il premier Giuseppe Conte ad aver suggerito che l’Italia potrebbe svolgere un ruolo nell’attenuare le tensioni tra Cina e Stati Uniti.

Il tour italiano del presidente cinese Jingping è iniziato ieri, giovedì 21 marzo a Roma e terminerà domenica 24. L’agenda prevede l’incontro con Mattarella e la partecipazione alla posa di una ghirlanda all’Altare della Patria. Nel pomeriggio l’incontro al Parlamento e poi al Colosseo. In serata una cena al Campidoglio in suo onore con un concerto di Andrea Bocelli.

Con l’arrivo del presidente cinese le strade di Roma oggi e domani saranno chiuse e verranno predisposte due aree di sicurezza, denominate A e B. La prima, la zona “A”, in Centro, sarà delimitata da piazza Venezia, via del Plebiscito, corso Vittorio, via Zanardelli, i lungotevere Marzio e in Augusta, via Luisa di Savoia, via del Muro Torto, piazzale Brasile, corso Italia, via di Santa Susanna, via XX Settembre, via Pastrengo, via Cernaia, via Volturno, piazza dei Cinquecento e via Cavour, largo Corrado Ricci e via dei Fori Imperiali. La “Zona “B”, ai Parioli, avrà invece il perimetro di via Mercadante, via Frescobaldi, via Raimondi, largo Tartini, via Aldega e largo Spinelli. Momentanee limitazioni alla viabilità interesseranno le aree attorno ai palazzi delle istituzioni e l’Altare della Patria, ma anche quelle di via delle Quattro Fontane e di Villa Madama. Divieti di sosta sono previsti anche su via Pinciana, via Milano, via del Traforo e il lungotevere Arnaldo da Brescia, da via Luisa di Savoia a via Azuni.