WORLDCOM: FRODE CONTABILE DA $3,8 MILIARDI

26 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

WorldCom (WCOM – Nasdaq), secondo operatore Usa nella telefonia a lunga distanza, ha ammesso di aver perpetrato una frode contabile per $3,8 miliardi.

Si tratta di una delle frodi piu’ grandi della storia americana.

Il gruppo rischia ora la bancarotta.

Dopo la notizia i futures sui mercati azionari sono scesi repentinamente e hanno iniziato a influenzare l’andamento delle contrattazioni sul mercato asiatico.

La società ha licenziato il direttore finanziario Scott Sullivan.

Dovranno essere riformulati i risultati del primo trimestre 2002 e di tutto l’esercizio 2001.

Il gruppo prevede di licenziare 17.000 persone a cominciare da venerdì.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA