WALLSTREET COL SEGNO PIU’, BENE BLUE CHIP E AMAZON

12 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Alla soglia di meta’ giornata nelle contrattazioni a New York, tutti gli indici si mantengono in territorio positivo.

La buona performance delle blue chip sta contribuendo a bilanciare il ‘sentiment’ negativo che il mercato ha avuto negli ultimi giorni verso i titoli del comparto tecnologico.

In questo settore, in particolare, si sta mettendo in evidenza Amazon, uno dei titoli piu’ colpiti dai ribassi dei giorni scorsi, che adesso guadagna oltre il 9%.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Dopo i pesanti rovesci della settimana scorsa, nel settore high tech cominciano a emergere i cacciatori di prezzi d’occasione, soprattutto nei comparti semiconduttori, biotech e Internet.

Ma il rialzo potrebbe essere un semplice rimbalzo di un trend ribassista. Secondo Aequilibrium Investments, una societa’di consulenza finanziaria londinese, il rapporto prezzi/utili del Nasdaq 100 e’ arrivato a livelli record.

In parole povere, questo significa che i titoli rappresentati dall’indice dell’high-tech sono nel complesso decisamente sopravvalutati rispetto alla propria capacita’ di produrre profitti.
(Vedi Borse: Nasdaq ancora troppo sopravvalutato)

A guidare i rialzi della mattinata sono in particolare i titoli di qualita’, in particolare quelli del settore farmaceutico e del comparto biotecnologie.

In gran spolvero il titolo Celera Genomics Group (CRA – Nyse) che guadagna il 12%, dopo la presentazione da parte della societa’ della mappatura del genoma umano.

Nel settore Internet, occhi puntati invece a San Francisco, dove alle 10.00 locali (le 19.00 ora italiana) la nona Corte d’Appello Federale si pronuncera’ sul caso che oppone Napster alle principali case discografiche.

Sul fronte macroeconomico, la giornata di oggi non offre particolari spunti, mentre sono molti gli appuntamenti in programma nella settimana.

In particolare martedi’ gli occhi del mercato saranno puntati su Washington, dove dovrebbero arrivare segnali importanti sullo stato di salute dell’economia USA.

A sole tre settimane dalla sua ultima apparizione davanti ai senatori americani, il presidente della Federal Reserve, Alan Greenspan, parlera’ alla commissione bancaria del Senato per il tradizionale discorso semestrale sullo stato dell’economia americana.

L’intervento e’ in programma alle 16.00 (le 10.00 ora di New York).

Dal discorso di Greenspan potrebbero anche giungere segnali riguardanti le prossime mosse della Fed in materia di tassi di interesse.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore telefonia a lunga distanza, grande distribuzione, assicurazioni sanitarie private, gestione ospedaliera, auto, assicurazioni sulla vita e semiconduttori.

In calo invece il settore petrolifero, alluminio, chimico, sistemi informatici, tabacco e giocattoli.

Tra i principali titoli in movimento nella mattinata a Wall Street:

Nel settore della componentistica elettronica:

Il colosso franco-americano Schlumberger (SLB – Nyse), specializzato in elettronica per ingegneria, è a un passo dall’acquisto, per $4,9 miliardi, di Sema, società anglo-francese specializzata in servizi di information-technology. Il titolo Schlumberger perde quasi il 6,75%.
(Vedi Internet: Schlumberger a un passo da Sema e Internet: Schlumberger lancia Opa su Sema)

Nel settore e-commerce:

EBay (EBAY – Nasdaq), il principale sito al mondo di aste online, è in trattative per acquistare il sito di aste online francese iBazar Group SA per €100 milioni. Il titolo Ebay guadagna quasi il 6,75%.
(Vedi Internet: EBay punta su Iibazar in francia)

Il titolo Amazon (AMZN – Nasdaq), guadagna oltre il 9,75% dopo che l’analista di Merrill Lynch, Henry Blodget, ha dichiarato di non avere grosse preoccupazioni per quanto riguarda il livello di liquidita’ della societa’.
(Vedi Borsa: Amazon +9,81% su giudizio Merrill Lynch)

Nel settore informatico:

Il titolo Emulex Corporation (EMLX – Nyse) perde oltre il 48% dopo che la societa’ ha avvertito che gli utili potrebbero essere inferiori alle aspettative.
(Vedi PC: Emulex schiacciata da ‘profit warning’)

Compaq Computer (CPQ – Nyse), probabilmente registrera’ un rallentamento nelle vendite per i primi due trimestri del 2001 pari al 5%. Lo rivela in un articolo esclusivo del settimanale tedesco Der Spiegel l’amministratore delegato della societa’, Michael Capellas, che ha spiegato che nel primo trimestre dell’anno le vendite dovrebbero raggiungere livello zero, per poi aumentare gradualmente nel secondo trimestre. Il titolo perde quasi il 2,75%.
(Vedi )

Nel settore biotecnologico:

Il titolo di Celera Genomics Group (CRA – Nyse) riceve carburante per un decollo verticale grazie a due articoli pubblicati oggi sul Wall Street Journal e sul Financial Times, in cui la societa’ afferma che il DNA umano sarebbe composto da 26.000-30.000 geni, non dai 100.000 sin’ora ritenuti. Il titolo guadagna quasi l’11,25%.
(Vedi Biotech: Celera vola su mappa genoma umano)

Nel settore dei prodotti di largo consumo:

Johnson & Johnson (JNJ – Nyse) ha visto il proprio rating aumentato da Banc of America a “strong buy”, rilevando che la societa’ offre bassi rischi d’investimento grazie alla sua grandezza e alla sua stabilita’. Il titolo guadagna oltre il 2,25%.

Nel settore delle infrastrutture per le tlc:

Lo specialista delle infrastrutture di rete Lucent Technologies (LU – Nyse) ha reso noto oggi di aver ricevuto da Verizon Communications (VZ – Nyse), la seconda societa’ di telefonia locale degli Stati Uniti, l’incarico di fornire un network a fibre ottiche, insieme a software e servizi, per una rete di telecomunicazioni che unisca gli USA con l’Europa, l’Asia e il Sud America. Il titolo Lucent perde l’1,5%, mentre il titolo Verizon guadagna oltre il 2,5%.
(Vedi Tlc: Verizon estende la sua rete a Milano)