Wall Street vira in positivo con le banche: effetto stress test

23 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Si rafforza la borsa di Wall Street che dopo un avvio debole sotto i livelli della vigilia, ha accelerato sull’onda delle buone notizie provenienti dall’Europa. La giornata è stata tutta incentrata all’esito degli stress test delle banche europee che tutto sommato hanno passato l’esame.

Il Dow Jones guadagna lo 0.95% a 10420.23 punti, il Nasdaq lo 0.7% in area 2261.70, mentre l’S&P 500 avanza dello 0.68% a 1101.14 punti. Tra i singoli titoli si mette in mostra General Electric, con un progresso del 4%. La maggiore conglomerata industriale degli Stati Uniti ha alzato il dividendo trimestrale del 20%, a dimostrazione che il peggio della crisi finanziaria pare ormai passato per la societa’.

Su 91 banche esaminate sono state solo sette le banche di Euralandia che non hanno superato gli stress test. In Germania non è passata Hypo Real Estate. In Spagna la prova non è stata positiva per ben cinque dalle casse di risparmio Diada, Espiga, Unnim, Banca Civica e Cajasur, In Grecia è stata bocciata Atebank.

In una giornata scarna di dati macro rilevanti i mercati hanno guardato alle numerose trimestrali di colossi USA come McDonald’s che ha annunciato conti in salita nel secondo trimestre Ford che nel secondo trimestre ha visto i conti accelerare e battere le attese. Da parte sua Microsoft ha registrato ricavi record, ma il titolo non e’ particolarmente ispirato.

Sul mercato valutario, il dollaro si indebolisce nei confronti della moneta unica che dopo una debacle pomeridiana è risalita dopo la fiducia ritrovata in Europa.