WALL STREET VA ANCORA SU SPINTA DAI DATI MACRO

di Redazione Wall Street Italia
3 Maggio 2007 15:34

Apertura in rialzo a Wall Street, galvanizzata dagli ultimi dati macroeconomici che hanno evidenziato una crescita della produttivita’ e un affievolimento delle pressioni inflazionistiche. Incoraggiante anche la dinamica nel comparto del lavoro dopo che nella giornata di ieri l’indice ADP relativo all’occupazione nel settore privato aveva mostrato la piu’ bassa crescita degli ultimi quattro anni. E domani sara’ pubblicato il rapporto sull’occupazione per cui e’ prevista una crescita di 100 mila posti di lavoro nel settore non agricolo. In avvio il Dow Jones avanza dello 0.17% a12234, l’S&P500 dello 0.16% a 1498, il Nasdaq guadagna lo 0.12% a 2560.

Nel primo trimestre la produttivita’ negli Usa e’ cresciuta a sopresa dell’1.7% contro lo 0.8% stimato dagli analisti; il costo unitario del lavoro e’ salito di un modesto +0.6%, nettamente in ribasso rispetto alle attese. Il fatto ha sollevato il sentiment degli operatori, molto incerti prima della diffusione dei dati. Positivo anche il contributo dei dati sulle richieste di sussidio da parte dei senza lavoro, sceso di 21 mila unita’ a quota 305 mila.

Sul fronte societario, sono ancora gli utili ad occupare la scena. A costituire un elemento di incertezza in avvio e’ la trimestrale del colosso dell’auto GM ([[GM]]) che ha riportato un calo del 90% dei profitti, prevalentemente a causa della debole performance del braccio finanziario GMAC, incappato nel ciclone dalla crisi dei mutui “subprime”. Il titolo arretra del 2.5% circa.

Profitti in calo, ma numeri migliori delle attese per CBS ([[CBS]]), mentre l’energetica Royal Dutch Shell ha riportato un sorprendente aumento degli utili. Real Networks ([[RNWK]]) ha riportato una crescita del 60% dell’EPS; il Board ha inoltre dato l’ok per un programma di riacquisto di azioni proprie. Notizie positive anche per la societa’ di software Symantec ([[SYMC]]), posizionata a salire dopo aver rivisto al rialzo l’outlook sul prossimo anno fiscale.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il petrolio ha invertito rotta passando in territorio negativo. Nei primi minuti i futures con consegna giugno segnano un ribasso di 27 centesimi a $63.41 al barile.

Sul valutario, l’euro e’ stabile rispetto al dollaro a quota 1.3585. In progresso di $2.90 l’oro a quota $6780 all’oncia. In lieve calo i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.6580%.

Vuoi vincere 5000 euro? Dai la tua opinione su WSI