WALL STREET: UN ALTRO KO PER COLPA DEL SOFTWARE

2 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo mezz’ora dall’apertura delle contrattazioni sulle borse a New York, tutti gli indici rimangono in territorio negativo.

A guidare i ribassi e’ il Nasdaq, che perde oltre il 3% e si avvicina alla soglia dei 2.100 punti, dopo la valanga di ‘downgrade’ che ha sommerso i titoli del comparto software.

Verificare aggiornamento indici in tempo reale in prima pagina.

Il ‘profit warning’ lanciato dal gigante del software Oracle nella tarda serata di giovedi’ ha innescato una reazione a catena che ha travolto tutto il settore.

Questa mattina gli analisti di Credit Suisse First Boston e di Goldman Sachs hanno ridotto i propri rating rispettivamente su 12 e 11 titoli del comparto. Travolti tra gli altri nomi importanti del settore come Vignette (VIGN – Nasdaq), Commerce One (CMRC – Nasdaq) e PeopleSoft (PSFT – Nasdaq).

L’epidemia di ‘profit warning’ e ‘downgrade’, scoppiata all’inzio di febbraio nel settore personal computer e tra i principali responsabili dei ribassi sul tabellone elettronico, ha contagiato dunque anche il comparto del software.

Un’altra vittima, dopo i titoli del settore semiconduttori, attrezzature per le telecomunicazioni e archiviazione dati.

A risollevare l’umore dei mercati potrebbe essere Alan Greenspan, che a momenti iniziera’ il suo discorso davanti alla Commissione Bilancio della Camera dei Rappresentanti USA.

L’audizione di oggi del governatore e’ incentrata su argomenti di politica fiscale, ma c’e’ chi spera che possano arrivare indicazioni piu’ generali sullo stato di salute dell’economia americana.

Tra i principali titoli in movimento in mattinata a Wall Street:

Nel settore informatico:

Oracle Corp. (ORCL – Nasdaq), societa’ leader nel software di rete, ha annunciato nella tarda serata di ieri di non riuscire a rispettare le attese su utili e fatturato per il primo trimestre dell’anno. A seguito dell’annuncio, una serie di banche d’affari hanno rivisto le proprie valutazioni sulla societa’. Tra queste Deutsche Banc Alex. Brown, Merrill Lynch, J.P. Morgan H&Q e Salomon Smith Barney. Il titolo perde oltre il 21,5%.
(Vedi Software: Oracle colpito da ‘profit warning’)

Nel settore Internet:

Il consiglio di amministrazione di Yahoo! Inc. (YHOO – Nasdaq) ha approvato un piano di protezione degli azionisti per contrastare possibili scalate o tentativi “coercitivi” di acquisizione del portale Internet leader nel mondo. Il titolo perde quasi il 6,5%.
(Vedi Internet: Yahoo si prepara a possibile scalata)

Nel settore fotografico:

Eastman Kodak (EK – Nyse) ha annunciato oggi di aver interrotto il piano di riacquisto di propri titoli per un valore di $2 miliardi, iniziato nell’aprile ’99. La societa’ preferisce concentrarsi sulla riduzione del debito e tenersi pronta ad eventuali acquisizioni. Il titolo perde quasi il 2,39%.

Nel settore semiconduttori:

Lattice Semiconductor (LSCC – Nasdaq) ha ridotto questa mattina le previsioni sul fatturato del primo trimestre del 20%. Il produttore di semiconduttori ha indicato come causa il generale declino nell’utilizzo di apparecchi di programmazione logica all’interno dei mercati dei computer e delle comunicazioni. Il titolo perde oltre l’1,25%.