WALL STREET: TORNANO I BUY, ATTESA DATI LAVORO

5 Febbraio 2004, di Redazione Wall Street Italia

Seduta positiva per la Borsa di Wall Street. Superate le difficoltà di ieri – quando i numeri trimestrali annunciati da Cisco Systems avevano appesantito i listini – il mercato newyorchese risale la china e aspetta speranzoso il dato sulla disoccupazione a gennaio, in uscita venerdi’ dal Dipartimento del Lavoro.

Al termine degli scambi, tutti gli indici – seppure in maniera contenuta – hanno mostrato segnali incoraggianti, nonostante l’inattesa doccia fredda del dato sui sussidi settimanali di disoccupazione, apparso in rialzo e ai massimi da quattro settimane a questa parte. Rinvigorito dagli acquisti degli investitori il Dow Jones è avanzato dello 0,24% a 10.495,55 punti mentre lo S&P 500 è salito dello 0,19% a 1.128,61 punti e il Nasdaq dello 0,27% a 2.019,56 punti.

Positiva la crescita del 2,7% dalla produttività nel quarto trimestre, giudicata di buon auspicio per un ritorno alle assunzioni da parte delle società a stelle e strisce.

Tra i diversi comparti, bene è andato quello della grande distribuzione – sostenuto da una crescita sostenuta delle vendite a gennaio – con Wal Mart (le cui vendite sono avanzate del 5,7%) a guadagnare l’1,3%, accompagnata in territorio positivo da Gap (+8,3%), Target (+0,1%) e J.C. Penney (+1%). Di rilievo – nel settore delle bibite gassate – la giornata di PepsiCo (+1,8%) la quale ha beneficiato di una crescita negli utili pari al 30% nel quarto trimestre, sulle ali della bevanda per sportivi Gatorade e di altri prodotto dietetici.

Ancora sul fronte dei rialzi, bene le case farmaceutiche Pfizer (+0,4%), Schering-Plough (+1,6%) e Dupont(+ 0,9%) mentre, sul versante medico-sanitario, male è andata al produttore di stimolatori cardiaci Medtronic (-9,1%), tradito da ricavi trimestrali inferiori alle attese.