WALL STREET TORNA NELLE GRINFIE DELL’ORSO

8 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Dopo la parentesi felice di venerdi’, quando le borse Usa avevano messo a segno una performance decisamente euforica , e’ tornato il pessimismo sui mercati americani, riacceso da un nuovo scandalo contabile, che questa volta vede protagonista il colosso farmaceutico e blue chip del Dow Jones Merck (MRK – Nyse). Dalla documentazione inviata alla Sec, la Consob americana, risulta che il gruppo ha gonfiato le vendite .

Lo spettro di nuovi scandali contabili ha colpito dunque di nuovo gli indici, alimentando la crisi di fiducia nei confronti della corporate governance americana. A calmare le acque potrebbe essere il discorso che il presidente Bush terra’ nella giornata di martedi’ sul sistema delle pratiche contabili.

Eroe al contrario su entrambi listini e’ stato poi il colosso dei chip Intel (INTC – Nasdaq), pesantemente bacchettato da USB Piper Jaffray. Il titolo ha ceduto oltre il 5,3% portando l’indice di riferimento del comparto in calo del 4,3%.

A influire sulla debacle odierna anche l’inversione di rotta del dollaro, tornato a perdere terreno rispetto all’euro e allo yen.

Piccola ma intensa luce nel buio di oggi, e’ stata invece la societa’ di servizi per comunicazioni Level 3 Communication (LVLT – Nasdaq), che applaude all’investimento di $500 milioni nel suo capitale da parte del guru della finanza Warren Buffett. Il titolo ha guadagnato piu’ del 50%.
(durante la seduta era arrivato a guadagnare quasi l’85%)

Performance brillante anche per il settore delle fibre ottiche (FOP) che si e’ distinto con un rialzo di quasi l’8% scatenato da un lungo articolo positivo del settimanale finanziario Barron’s.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.405,61 (-2,95%)
Il Dow Jones a 9.274,90 (-1,12%)
L’S&P 500 a 976 (-1,22%)

Il mercato, che ha bruciato una grande fetta del terreno recuperato venerdi’ (per essere precisi, il Nasdaq ha ceduto piu’ della meta’ del terreno riconquistato, mentre il Dow Jones ha restituito circa un terzo del bottino di venerdi’), non sembra dunque aver prestato orecchio alle buone e numerose dichiarazioni di alcuni osservatori di mercato. Thomas McManus, strategist di Banc of America, ha detto attinata che il mercato e’ vicino al fondo. Robert Dickey, analista tecnico di RBC Dain Rauscher ha interpretato la buona performance di venerdi’ come l’inizio di un rally estivo. Fiducia sulla possibilita’ di un nuovo rally e’ stata ventilata anche da Salomon Smith Barney. Nel frattempo l’analisi tecnica individua quelli che saranno i prossimi supporti e le prossime resistenze del Nasdaq .

Settori

FARMACEUTICI (DRG ). MALE .
Effetto Merck sul settore. Il calo della societa’ ha pesato anche sulle concorrenti Bristol-Myers Squibb (BMY – Nyse), Pharmacia (PHA – Nyse)

INTERNET (DOT ). MALE .
Sul comparto si e’ messo in evidenza il calo del titolo della societa’ di aste online eBay (EBAY – Nasdaq). Gli investitori hanno snobbato la trimestrale positiva del gruppo , guardando invece con scetticismo all’ acquisizione della societa’ di servizi finanziari PayPal (PYPL – Nasdaq). La banca d’affari Merrill Lynch ha comunque raccomandato di comprare il titolo EBAY sulla debolezza relativa all’operazione.

SEMICONDUTTORI E INFRASTRUTTURE CHIP (SOX ) IN ROSSO .
Negativa la performance del Philadelphia Semiconductor Index, con tutti i suoi componenti in perdita. Alcuni titoli del comparto sono stati colpiti dalla nota negativa della banca d’affari Needham . Tra questi Applied Materials (AMAT – Nasdaq), Novellus (NVLS – Nasdaq) e KLA Tencor (Come accennato, notizie negative per il colosso dei chip Intel (INTC – Nasdaq), bacchettato da USB Piper Jaffray.

FIBRE OTTICHE (FOP) IN FORTE RIALZO.
Performance brillante del settore dopo che, in un lungo articolo, il settimanale finanziario Barron’s ha emesso un giudizio favorevole su alcune societa’ ricche di liquidita’, dicendo che saranno in grado di superare l’attuale momento negativo. I commenti di Barron’s hanno trascinato al rialzo Ciena (CIEN – Nasdaq),
Lucent Tech (LU – Nyse) e Tellabs (TLAB – Nasdaq). Il comparto ha beneficiato anche della notizia che il numero uno di Berkshire Hathaway, Warren Buffett, investira’ $500 milioni in Level 3 Communications.

TELECOMUNICAZIONI (XTC). IN CALO .
Riesce invece a chiudere sopra la parita’ SBC Communications (SBC – Nyse), nonostante UBS Warburg ne abbia tagliato le stime sugli utili e sul fatturato .

BIOTECH (BTK). IN FORTE CALO.
In ribasso anche Genzyme (GENZ – Nasdaq), che nella prima parte della seduta aveva messo a segno buoni guadagni dopo l’annuncio l’approvazione da parte della FDA del farmaco Fabrazyme per la cura della malattia rara di Fabry.

SUL FRONTE DEGLI UTILI
Positiva la trimestrale comunicata dalla societa’ di aste online eBay (EBAY – Nasdaq) (il titolo, come sappiamo ha comunque chiuso in calo). Al di sotto delle stime gli utili della societa’ produttrice di acciaio Alcoa (AA – Nyse).

MACROECONOMIA

Il credito al consumo e’ cresciuto a maggio di $9,5 miliardi, a $1,706 trilioni. Si tratta dell’incremento maggiore dal Novembre del 2001. Il dato e’ nettamente superiore alle stime di mercato, che erano per un incremento di $6,6 miliardi (consensus Briefing).

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Abbonati subito!