WALL STREET TONICA CON FINANZIARI E CALO GREGGIO

16 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

I listini americani continuano a trattare in buon rialzo a meta’ giornata (controlla la performance in tempo reale) supportati dal calo del greggio e dalla forza del comparto finanziario. Contrastati i dati macroeconomici, che hanno evidenziato una ripresa della produzione industriale ma anche una nuova impennata dei prezzi.

A rassicurare temporaneamente gli investitori sullo stremato comparto finanziario sono stati gli ultimi numeri fiscali diffusi dal gruppo Wells Fargo, rivelatisi migliori delle attese. La banca ha anche annunciato un incremento del 10% del dividendo. A salire di riflesso sono Lehman Brothers (LEH), Citigroup (C) e Bank of America (BAC). Lo spider settoriale XLF segna un rialzo superiore al 6%. In buon recupero anche i tioli delle due agenzie di mutui Fannie Mae (FNM) e Freddie Mac (FRE).

A fornire un motivo in piu’ agli operatori per tornare a puntare sull’azionario e’ il forter calo del greggio, arrivato a segnare un minimo intraday di $132.10 immediatamente dopo la comunicazione dei dati settimanali sulle scorte che hanno mostrato un aumento dell’indicatore nettamente superiore alle attese. Al momento i futures con consegna agosto segnano un ribasso di $4.58 a $134.16. Il raffreddamento dei prezzi energetici ha innescato un rally all’interno del comparto aereo, negli ultimi mesi messo in ginocchio dal caro-carburante. Tra i singoli titoli, Delta Air Lines (DAL), che ha anche riportato una trimestrale migliore del consensus, avanza +16%, Northwes Airlines (NWA) sale +18%, AMR Corp (AMR) e’ in rialzo +21% (maggior rialzo da giugno 2003).

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Tra le altre news societarie, spunti positivi dal colosso dei chip Intel (INTC) che nel secondo trimestre ha riportato un incremento del 25% dei profitti ed annunciato un’espansione dei margini lordi per il trimestre in corso. Bene anche Sun Microsystems (JAVA): l’outlook sui numeri fiscali fornito dall’azienda si e’ rivelato migliore delle attese. Meno incoraggiante l’aggiornamento del produttore di hard-drive Seagate Technologies (STX) costretto a lanciare un profit warning.

A luci ed ombre gli ultimi aggiornamenti sulla congiuntura Usa. Sono infatti risultati in forte progresso i prezzi al consumo, nel mese di giugno schizzati dell’1.1%, guidati al rialzo dalle componenti petrolifere e dei generi alimentari. Anche il “core rate”, avanzato dello 0.3%, si e’ attestato a livelli superiori alle attese. E’ risultato invece migliore delle stime l’aggiornamento sulla produzione industriale, avanzato dello 0.5%.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Diversified Banks +15.2%, Thrifts & Mortgages +10.0%, Autos +9.6%, Regional Banks +7.5%, e Other Diversified Financial Services +7.4%. Tra i piu’ forti ribassi: Diversified Metals & Mining -4.4%, Coal & Consumable Fuel -3.1%, Oil & Gas Exploration -3.1%, Steel -2.4%, e Gold -2.4%.

Alle 12.30 EDT il volume di scambio e’ di 627 milioni di pezzi al NYSE e 1.033 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 1943 a 1132 al Nyse e 1932 a 810 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 3 a 80 al NYSE e 15 a 80 al Nasdaq.

parla di questo articolo nel Forum di WSI