WALL STREET: SU I SOFTWARE, GIU’ I WIRELESS

26 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

I mercati non riescono ad imboccare con decisione il trend rialzista dopo la pausa di riflessione della seduta di giovedi’ . Ancora nessun rimbalzo, dunque, dopo il mega rally della giornata precedente che aveva fatto portato gli investitori a sperare in un recupero dei mercati. Bassi i volumi registrati rispetto ai giorni scorsi. Il dato migliore delle stime della fiducia dei consumatori Michigan di fine luglio ha contribuito a rafforzare il clima positivo dell’avvio per pochi minuti. L’indicatore ha tuttavia accusato una flessione dal mese di giugno. A indebolire gli indici alcune notizie circolate a wall Street secondo le quail quattro soldati americani sarebbero stati uccisi nell’Afghanistan dell’Est.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Dopo aver ceduto durante le contrattazioni di ieri quasi il 4%, il Nasdaq rivela un andamento incerto Si distingue sul listino il recupero dei software (GSO ), sulla scia della trimestrale e delle dichiarazioni positive di Verisign (VRSN – Nasdaq). A frenare gli acquisti sono tuttavia i cali dei titoli infrastrutture chip, che all’inizio della seduta avevano guardato con favore al giudizio confortante di Goldman Sachs, per poi ripiegare dopo la cautela manifestata da Deutsche Securities . Sull’indice si mette in luce il forte calo del primo produttore al mondo di fibre ottiche JDS Uniphase Corp (JDSU), che ha formulato previsioni negative sul prossimo trimestre. A questo si aggiunge il pesante ribasso del colosso dei cellulari Ericsson (ERICY) , dopo che l’agenzia di rating Moody’s ha tagliato il rating sul credito a ‘junk’. Il titolo cede oltre il 18% e incide negativamente sulla performance dei titoli wireless (YLS ) e telecom (XTC ).

Debole il Dow Jones, che da un lato assiste alla ripresa dei titoli finanziari sulla scia della nota positiva di Goldman , mentre dall’altro accusa il forte calo del colosso della difesa Boeing (BA – Nyse) che non riesce a portare a termine i contratti .

I TITOLI E I SETTORI IN MOVIMENTO

SEMICONDUTTORI (SOX) IN CALO
Il settore china la testa dopo i primi forti guadagni messi a segno grazie alla nota positiva di Goldman sulle infrastrutture. Applied Material(AMAT – Nasdaq) e’ arrivato a guadagnare fino al 6% nelle contrattazioni di preborsa per poi azzerare i guadagni. La nota di Goldman e’ stata oscurata da quella di Deutsche Securities che ha messo sotto pressione Novellus Systems (NVLS – Nasdaq), Intel (INTC – Nasdaq) e Micron Technology (MU – Nyse). Sull’indice pesante e’ il calo di Motorola (MOT – Nyse) che accusa l’effetto Ericsson.

SOFTWARE (GSO) POSITIVI
In crescita sospinti dalle dichiarazioni e dalla trimestrale positiva di Verisign. In guadagno Microsoft (MSFT – Nasdaq), Oracle (ORCL – Nasdaq) e Computer Associates (CA – Nyse).

WIRELESS (YLS ) e TELECOM (XTC ) IN FORTE CALO
Sul settore pesa il forte calo di Ericsson (ERICY – Nasdaq) che trascina al ribasso Nokia (NOK – Nyse), AT&T Wireless (AWE – Nyse) e Sprint PCS (PCS – Nyse). In calo del 22% Sprint FON (FON – Nyse)

FINANZIARI (DG_FIN)
Il settore beneficia della nota positiva di Goldman. Sullo sfondo rimangono tuttavia le preoccupazioni su Citigroup (C – Nyse) e J.P. Morgan (JPM – Nyse) nella frode di Enron. Proprio oggi il Senato ha richiesto agli amministratori delegat dei due gruppi di fornire una deposizione sotto giuramento entro lunedi’ sulla natura delle entita’ usate per aiutare l’ex colosso energetico a nascondere la reale situazione finanziaria.

HARDWARE (GHA). IN ROSSO
Ripiega Dell (DELL – Nasdaq), nonostante la societa’ abbia dichiarato che potrebbe espandere la sua produzione verso i cosidetti PDA (personal digital assistant). Perde terreno anche Hewlett-Packard (HPQ – Nyse)

FIBRE OTTICHE (FOP) IN FORTE CALO
In ribasso il settore sulla scia delle cattive notizie sugli utili arrivate da JDS Uniphase (JDSU – Nasdaq). Male Corning (GLW – Nyse)

Genzyme (GENZ – Nasdaq) e’ arrivata a cedere piu’ del 10% sulla scia del forte balzo dell’inglese Oxford GlycoSciences.

In crescita piu’ del 35% il titolo della conglomerata Tyco (TYC – Nyse)dopo la nomina del nuovo a.d.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER.