WALL STREET: SCIVOLA NASDAQ, TENGONO BLUE CHIP

12 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

La giornata di contrattazioni sulla piazza di New York si e’ conclusa con tutti i principali indicatori in negativo. I realizzi di profitto hanno cancellato i rialzi iniziali, risparmiando solo le grandi societa’ raccolte dall’indice Dow Jones.

Il Nasdaq ha chiuso a 3.849,51 (-1,20%), il Dow Jones ha chiuso a `11.233,23 (+0,34%), l’ S&P 500 a 1.481,99 (-0,39%) e il Russell 2000 a 532,43 (-0,22%).

Gli investitori si sono mossi in cerca di titoli con valutazioni contenute e buone prospettive di crescita, ma sul finale di seduta ha prevalso la tentazione di fare cassa.

Il tasso di volatilita’ e’ alto, soprattutto a causa della naturale fase interlocutoria che precede la diffusione di importanti dati economici, in calendario a partire da domani.

Sui mercati nessuno si vuole sbilanciare prima di sapere esattamente cosa stia accadendo all’economia americana. La frenata sembra certa e quindi i prossimi mesi dovrebbero essere al riparo da ulteriori strette sul costo del denaro da parte della Federal Reserve.

Il problema e’ che qualche analista ritiene che la frenata sia stata eccessiva e che quindi ne faranno le spese i profitti societari del secondo semestre.

Una risposta arrivera’ solo nei prossimi giorni e allora i giochi – assicurano gli operatori – si faranno piu’ chiari.

In generale sui listini avanzano calzaturiero, farmaceutico, abbigliamento, distribuzione, e sanita’.

Passo indietro per auto, alluminio, telefonici, brokeraggio, cartario, estrazioni petrolifere, high-tech e utilities.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore della larga distribuzione, Best Buy Co., Inc. (BBY), la catena americana di prodotti elettronici e informatici, ha chiuso il secondo trimestre con utili in rialzo del 32%, al di sopra delle aspettative degli analisti. Il titolo Best Buy ha guadagnato quasi il 7,5%.
(Vedi Commercio: utili Best Buy in rialzo del 32%)

Nel settore Internet, Juno Online Services Inc. (JWEB), il primo fornitore di accesso Internet degli Stati Uniti attraverso le tradizionali connessioni via telefono e modem, ha deciso di offrire collegamenti veloci attraverso le linee DSL in 39 aree geografiche. Il titolo ha guadagnato quasi il 3,5%.
(Vedi Internet: Juno si da’ una mossa con le DSL)

Nel settore delle fibre ottiche, TyCom Ltd. (TCM), la divisione di Tyco International Ltd. per le reti di comunicazione sottomarine, ha raggiunto un accordo extragiudiziale con Global Crossing Ltd (GBLX) per risolvere le controversie tra le due societa’. Global crossing ha accettato di pagare alla societa’ $19 milioni in contanti. Il titolo TyCom ha guadagnato lo 0,5%, mentre Global Crossing ha perso quasi l’ 1,5%.

Nel settore dei semiconduttori, PRI Automation (PRIA) ha perso quasi il 39,5% dopo aver annunciato che gli utili per il quarto trimestre saranno “leggermente superiori alle previsioni”. Gli analisti prevedevano utili di 52 centesimi per azione. Robertson Stephens ha ridotto il rating della societa’ da “Buy” a “Long-Term Attractive”, mentre Merrill Lynch lo ha abbassato da “Accumulate” a “Neutral”.

Nel settore dell’energia, la banca d’affari Goldman Sachs ha introdotto FPL Group (FPL) e Entergy (ETR) nella sua “Recommended List” e ne ha aumentato il target sul prezzo portandolo a $83 per la prima e $49 per la seconda. Gli analisti hanno premiato gli ottimi dati di bilancio e il flusso di cassa delle due societa’. La banca d’affari ha anche aumentato il rating di Edison International (EIX), portandolo a “Market Performer”, mentre ha diminuito il rating di BP Amoco (BP) a “Market Outperformer” in quanto l’andamento del titolo non riflette il target sul prezzo assegnatole dagli analisti. Il titolo FPL ha guadagnato quasi il 2,5%, mentre il titolo Entergy ha guadagnato oltre il 2%, il titolo Edison ha guadagnato piu’ del 4% e il titolo BP ha perso quasi l’ 1,5%.

Nel settore petrolifero, Chevron Corp. (CHV) ha perso quasi l’ 1% dopo che Deutsche Banc Alex.Brown ha rivisto in negativo il rating della societa’ portandolo da “Buy” a “Market Perform”. La banca d’affari ritiene che l’acquisizione del gruppo Phillips Petroleum sia improbabile.

Nel settore alimentare, The Kroger Co. (KR), una delle piu’ grandi catene di supermercati negli Stati Uniti, ha chiuso il secondo trimestre con utili in rialzo del 16% grazie al forte aumento delle vendite e l’acquisizione di Fred Meyer Inc.. Gli utili operativi si sono attestati a $234,5 milioni, pari a 28 centesimi per azione, in linea con le aspettative di Wall Street. Quest’oggi il titolo The Kroger ha perso lo 0,5%.

Nel settore ottico, Oakley (OO) ha perso il 4%. La societa’ ha annunciato ieri dopo la chiusura dei mercati che si aspettava risultati trimestrali superiori alle aspettative degli analisti.

Nel settore aereonautico, Crane Co. (CR) ha perso quasi il 13,5% dopo aver annunciato che gli utili relativi al prossimo trimestre sono destinati ad attestarsi intorno ai 30 centesimi per azione. Le aspettative erano per un utile di circa 50 centesimi per azione.

Nel settore Internet, FreeMarkets Inc. (FMKT), la casa d’aste online, ha siglato un accordo per l’accesso ai servizi offerti da Microsoft Corp. (MSFT). Il titolo FreeMarkets ha perso il 3,5%, mentre Microsoft ha perso quasi l’ 1%.

Nel settore farmaceutico, Interneuron Pharmaceuticals Inc. (IPIC) ha siglato un contratto da $3 milioni con Pfizer Inc. (PFE) per la fornitura di analisi cliniche su un farmaco per il trattamento dei disturbi della personalita’. Il titolo Interneuron ha guadagnato oltre il 13,5%, mentre Pfizer ha chiuso la giornata di contrattazioni praticamente invariato.

Nel settore dell’arredamento, Pier 1 Imports Inc. (PIR) ha chiuso il secondo trimestre con un utile di 18 centesimi per azione, al di sopra delle aspettative degli analisti. Il titolo ha guadagnato piu’ dell’ 8,5%.

Nel settore della componentistica elettronica, Solectron Corp. (SLR) ha guadagnato quasi il 2,5% dopo aver registrato nel quarto trimestre del suo anno fiscale un utile di 27 centesimi per azione. Le aspettative del mercato erano per un utile di 26 centesimi.

Nel settore dei dispositivi per l’udito, Sonic Innovations Inc. (SNCI) ha annunciato di aver ricevuto un ordine di $8 milioni dal suo piu’ grande cliente, Starkey Laboratories Inc.. Il titolo ha guadagnato il 25%.

Nel settore delle stampanti e fotocopiatrici, Xerox Corporation (XRX) ha annunciato questa mattina l’acquisizione di una partecipazione in una start-up del settore Internet. Il titolo Xerox ha perso quasi lo 0,5%.

Nel settore farmaceutico, Boston Biomedica Inc. (BBII), la societa’ di apparecchiature medicali, ha ottenuto il brevetto americano per un dispositivo che permette di estrarre l’acido nucleico del DNA e RNA di cellule, tessuti e microbi. Il titolo ha guadagnato oggi circa il 52,5%.

Nel settore dei software, CrossKeys Systems Corp. (CKEY) ha fatto sapere che le perdite attese per il prossimo trimestre saranno superiori alle stime degli analisti. Il titolo ha chiuso le contrattazioni con un ribasso del 19,75%.

Nel settore delle telecomunicazioni, Qualcomm Inc. (QCOM) ha guadagnato poco piu’ del 5,5% dopo che il governo cinese ha rinnovato l’intenzione di adottare lo standard di telefonia mobile sviluppato da Qualcomm.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive
cliccando sul simbolo dei singoli titoli):

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

(in $)

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

LU

Lucent Technologies

41,930,900

36.375

-2.500

-6.43%

NT

Nortel Networks

30,780,500

63.625

-5.438

-7.87%

T

AT&T

14,766,100

30.563

+0.063

+0.20%

NOK

Nokia

12,670,300

43.125

+0.625

+1.47%

MCD

McDonald’s

11,702,800

29.250

+0.875

+3.08%

MOT

Motorola

11,284,000

32.125

-1.250

-3.75%

PFE

Pfizer

10,264,100

40.813

-0.188

-0.46%

GE

General Electric

10,139,500

59.375

-0.313

-0.52%

AOL

America Online

8,828,600

55.813

-0.438

-0.78%

C

Citigroup

8,951,500

56.438

-0.313

-0.55%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi volumi, prezzi
e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive cliccando sul simbolo
dei singoli titoli):

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

CSCO

Cisco Systems

75,607,500

58.875

-2.313

-3.78%

WCOM

WorldCom

39,049,500

30.000

unch

0.00%

JDSU

JDS Uniphase

32,384,300

103.188

-6.563

-5.98%

DELL

Dell Computer

29,362,200

37.438

-0.875

-2.28%

INTC

Intel

28,459,700

64.938

+0.250

+0.39%

ORCL

Oracle

24,026,000

79.375

-4.063

-4.87%

PRIA

PRI Automation

23,687,700

25.875

-16.813

-39.39%

MSFT

Microsoft

22,950,600

68.125

-0.688

-1.00%

QCOM

QUALCOMM

22,351,000

61.438

+3.313

+5.70%

SUNW

Sun Microsystems

18,339,500

114.313

-0.938

-0.81%