WALL STREET: S&P500 OLTRE IL RECORD GIA’ IN AVVIO

23 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta positivo a New York. Grazie alle ultime trattative societarie e ad alcuni incoraggianti rapporti trimestrali i listini stanno continuando a spingersi al rialzo. L’S&P500 e’ oltre il record storico di chiusura gia’ in apertura. Il Dow Jones guadagna lo 0.22% a 13569, l’S&P500 lo 0.28% a 1528, il Nasdaq avanza dello 0.10% a 2590.

Il flusso di acquisti iniziale trova supporto anche oggi nelle trattative societarie, un catalizzatore che ha avuto l’effetto di lubrificare i mercati nei passati due mesi permettendo l’estensione del rally dei listini azionari.

Dopo il settore della pubblicita’ online e dei casino’, ad occupare la scena in mattinata e’ il comparto minerario: un quotidiano canandese ha pubblicato una notizia secondo cui Alcan ([[AL]]), che ha gia’ rifiutato un’offerta di acquisto da parte del colosso dell’alluminio americano Alcoa ([[AA]]), sarebbe in trattative con terze parti per la possibile vendita del gruppo. Il fatto potrebbe innescare una guerra dei prezzi al rialzo da cui l’azienda di Montreal potrebbe beneficiarne altamente. Intanto il titolo sale del 3.30%.

Accordo raggiunto invece tra il colosso delle calzature Payless ShoeSource ([[PSS]]) e la concorrente Stride-Rite ([[SRR]]): il titolo e’ schizzato del 29% sull’annuncio della vendita della societa’.

Spunti positivi sono emersi anche dalle trimestrali societarie: il colosso retail Target ([[TGT]]) ha riportato utili per azione di 4 centesimi superiori al consensus, Medtronic ([[MDT]]) avanza del 4.4% grazie al balzo del 10% dei profitti; numeri superiori alle attese anche per la societa’ di vendita al dettaglio di videogames GameStop ([[GME]]).

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Anche oggi il calendario economico sara’ piuttosto leggero: di rilevante c’e’ solo la comunicazione dei dati settimanali sulle scorte di greggio. Intanto nelle prime battute i futures con consegna luglio, da oggi quelli di riferimento, segnano un calo di 3 centesimi a quota $65.48 al barile.

Sul valutario, euro in recupero sul dollaro a quota 1.3485. In rialzo di $2.10 l’oro a quota $662.00 all’oncia. In progresso i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.8250%.

Vuoi vincere 5000 euro? Dai la tua opinione su WSI