WALL STREET RESTA INCHIODATA IN ROSSO

17 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alla soglia di meta’ giornata nessuno dei principali indici di borsa da’ cenni di ripresa. L’incognita sulle prossime manovre della Federal Reserve tiene alla larga gli investitori. Basso volume di scambi e vendite indiscriminate su tecnologico e Blue Chip.

(verificare quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

L’atmosfera stagnante che si respira sui mercati potrebbe cambiare solo se verso il termine delle contrattazioni si faranno avanti i cacciatori d’occasioni, gli investitori intenzionati ad approfittare di titoli sicuri momentaneamente sottovalutati.

“La Federal Reserve ci ha messi sull’avviso – commenta Peter Coolidge, capo dei trader di Brean Murray & Co. Investors – e’ difficile lanciarsi in borsa con entusiasmo senza sapere sino a quanto i tassi continueranno a salire”.

Nella relazione che ha accompagnato la manovra sui tassi, i governatori della Banca Centrale Usa responsabili della politica monetaria, hanno infatti lasciato intendere chiaramente che un’ altra stretta e’ in arrivo, certamente prima dell’estate.

Contribuiscono ai ribassi computer, difesa, Internet, telecomunicazioni, costruzioni, biotecnologie.

In controtendenza si apprezzano, seppur con moderazione, linee aeree, petrolifero e cartario.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata sulla borsa di New York:

Nel settore Internet, Terra Network (TRRA), la divisione Internet di Telefonica de España (TEFRT) ha confermato ieri sera dopo la chiusura dei mercati l’acquisto di Lycos, il quarto portale di accesso alla Rete per numero di visitatori, per $12 miliardi, pari a 100 dollari per azione. A meta’ giornata, il titolo Lycos segna un ribasso superiore al 10%. Terra perde il 7,5%.(vedi articolo WSI delle 16:36 di martedi’ 16 maggio 2000)

Nel settore informatico, Hewlett-Packard Co. (HWP), il secondo produttore al mondo di personal computer, ha chiuso il secondo trimestre fiscale con utili in netto rialzo. La societa’ di Palo Alto ha registrato utili per $816 milioni, pari a 79 centesimi per azione. Il titolo e’ in ribasso del 6,5%.(vedi articolo WSI delle 16:46 di martedi’ 16 maggio 2000)

Sempre Hewlett-Packard (HWP) ha deciso di procedere con lo scorporo totale di Agilent Technologies (A), la divisione dedicata agli strumenti di misura ad alta precisione. Il titolo Agilent perde quasi l’ 11%.(vedi articolo WSI delle 10:55)

Nel settore dei chip per computer, Analog Devices (ADI) lima i guadagni della mattinata e segna un rialzo del 4%. La societa’ che produce microprocessori dedicati alle applicazioni multimediali ha chiuso il secondo trimestre con utili piu’ che triplicati, in netto rialzo rispetto alle aspettative degli analisti. Gli utili si sono attestati a $122,1 milioni.(vedi articolo WSI delle 09:48)

Nel settore dei giocattoli, il numero uno di Kraft, Robert Eckert, e’ da oggi il nuovo presidente e amministratore delegato di Mattel (MAT). Il quarantacinquenne Eckert rimpiazza Jill Barad, costretta alle dimissioni nel febbraio scorso dopo un lungo periodo di risultati insoddisfacenti. A meta’ giornata, il titolo Mattel guadagna il 10%.(vedi articolo WSI delle 07:55)

Nel settore della telefonia, AT&T (T) segna un ribasso del 3,5% dopo che Salomon Smith Barney ne ha abbassato il prezzo target da $75 a $65. La banca d’affari ha anche rivisto in negativo le stime sugli utili del prossimo anno.

Nel settore socio-sanitario, The TriZetto Group (TZIX) perde il 16,5% dopo che la societa’ ha deciso di interrompere le trattative di acquisizione di IMS Health (RX) per $8,2 miliardi. La societa’ di servizi medici online ha deciso la fusione con Erisco, una divisione di IMS Health.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al New York Stock Exchange (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(T) AT&T Corp. 9,581,100 37.438 -1.313 -3.39%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 8,442,700 27.688 +0.250 +0.91%;

(MAT) Mattel, Inc. 8,904,100 12.375 +1.125 +10.00%;

(PFE) Pfizer Inc 7,948,500 45.250 +0.750 +1.69%;

(GE) General Electric Company 6,366,500 53.625 -0.625 -1.15%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 5,500,500 28.125 -0.500 -1.75%;

(NT) Nortel Networks Corporation 5,189,300 54.813 -2.063 -3.63%;

(A) Agilent Technologies, Inc. 4,611,100 78.938 -9.563 -10.81%;

(GM) General Motors Corporation 4,449,000 87.375 -1.938 -2.17%;

(RX) IMS Health Incorporated 4,355,500 15.875 -1.500 -8.63%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al Nasdaq (dati delle 12:00) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 20,095,500 58.813 -1.750 -2.89%;

(INTC) Intel Corporation 13,674,300 121.375 -0.500 -0.41%;

(LCOS) Lycos, Inc. 13,030,100 65.125 -7.500 -10.33%;

(MSFT) Microsoft Corporation 12,306,600 67.688 -1.813 -2.61%;

(ERICY) Telefonaktiebolaget LM Ericsson 10,101,100 20.750 -0.938 -4.32%;

(ORCL) Oracle Corporation 8,772,700 78.000 -1.188 -1.50%;

(VRTS) VERITAS Software Corporation 8,649,400 112.500 +8.500 +8.17%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 8,290,200 42.375 -0.625 -1.45%;

(DELL) Dell Computer Corporation 7,467,600 48.438 -1.438 -2.88%;

(AMAT) Applied Materials, Inc. 7,053,100 90.813 -2.125 -2.29%.