WALL STREET PROVA A TENERE, NASDAQ PIATTO

18 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

I principali indici di borsa USA si allontanano dai massimi di giornata, ma riescono a mantenersi per ora in leggero rialzo.

Verificare aggiornamento indici in tempo reale in prima pagina.

Marty Cunningham, capo del trading per Schwab Capital Markets, sottolinea che la maggior parte del rialzo e’ dovuta ai cacciatori di occasioni – molti stranieri – che puntano sugli acquisti dopo il tonfo dei mercati americani di lunedi’.

“L’ottimismo e’ presente – dice Cunningham – e di sicuro allevia la tensione provocata dalle forti perdite di ieri”.

Infatti, molti analisti a Wall Street sembrano piu’ ottimisti di lunedi’, prima giornata di scambi dopo gli attacchi terroristici a New York e Washington.

“La maggior parte delle vendite dettate dalla sfiducia e da una reazione emotiva all’incidente di martedi’ dovrebbe ormai essersi quasi conclusa”, ha commentato Hugh Johnson, chief investment officer presso First Albany.

Concorda anche Matthew De Salvo di Morgan Stanley Dean Witter, secondo cui la forte flessione di lunedi’ e’ stata decisamente salutare per i mercati, chiusi per ben 4 giorni consecutivi.

“Dopo queste prime sedute di cautela – ha detto De Salvo – gli investitori inizieranno ad interessarsi agli utili di bilancio del terzo trimestre e alla politica monetaria della Federal Reserve”.

E proprio la Fed, lunedi’ mattina, ha tagliato i tassi d’interesse a breve di 50 punti base. Il taglio e’ stato deciso in concerto con la Banca Centrale Europea con l’obiettivo di apportare maggior liquidita’ sui mercati. A ridurre il costo del denaro sono anche state la banca centrale del Canada, quella d’Inghilterra e quella danese.