WALL STREET PROCEDE IN BUON RIALZO AL GIRO DI BOA

20 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ giornata Wall Street continua a trattare al rialzo, supportata dal flusso di trimestrali migliori delle attese. Il Dow Jones, che sta aggiornando il record storico, e’ in rialzo dello 0.78% a 12908, l’S&P500 ai massimi di sei anni e mzzo, sale dello 0.50% a 1478, il tecnologico Nasdaq, ai migliori livelli di sei anni, avanza dello 0.54% a quota 2518.

A sostenere l’indice industriale, che ha toccato un massimo intraday di 12950 negli scorsi minuti, sono le buone prove di alcube blue chip che hanno diffuso i bilanci in mattinata. Tra queste, in evidenza il colosso delle carte di credito American Express ([[AXP]]) e la conglomerata industraile Honeywell ([[HON]]), i cui titoli salgono di circa il 3%. In rialzo del 5% la societa’ leader nei macchinari da costruzione Caterpillar ([[CAT]]), che ha riportato profitti in calo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma comunque migliori delle attese; la societa’ ha inoltre rivisto al rialzo l’outlook sui prossimi trimestri.

In ribasso il re dei fast food McDonald’s ([[MCD]]) che dopo aver diffuso una trimestrale in linea col consensus ha annunciato di dover affrontare dei costi nel prossimo trimestre legati alle operazioni di franchise nell’America Latina. In calo anche la casa farmaceutica Pfizer ([[PFE]]), costretta a tagliare le stime sul prossimo trimestre a causa della perdita del brevetto sul Norvasc (secondo prodotto dell’azienda in termini di vendite).

A sostenere il comparto tecnologico ci pensa il colosso Internet Google ([[GOOG]]), che ha riportato un balzo del 69% dei profitti ad un nuovo record superiore ad $1 miliardo. Il titolo sale del 2.80%. Buona anche la trimestrale di Xerox ([[XRX]]), anche questa rivelatasi migliore delle attese. Sale Advanced Micro Devices ([[AMD]]) che, dopo aver comunicato una perdita nell’ultimo trimestre, ha annunciato di aver avviato un nuovo piano di ristrutturazione mirato ad una significativa riduzione dei costi.

L’ondata di acquisti sta interessando, oltre che i mercati americani, anche quelli asiatici ed europei. Lo Shanghai Composite cinese ha effettuato un rally del 4% dopo essere scivolato del 4.5% nella seduta di ieri; l’indice pan-europeo Dow Jones Stoxx 600 sale di oltre un punto percentuale.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Intanto nel comparto energetico, il petrolio ha ripreso a guadagnare terreno dopo i forti cali delle ultime sedute. I futures con consegna maggio salgono di $1.07 a $62.90 al barile.

Sul valutario, l’euro e’ stabile a quota $1.36. In progresso di $6.50 l’oro a quota $694.80 all’oncia. In flessione i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.68%.