WALL STREET PREMIA I TITOLI DELLA VECCHIA ECONOMIA

27 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Al termine delle contrattazioni sulla piazza di New York, l’indice Dow Jones conserva gran parte dei guadagni iniziali, mentre il tabellone elettronico del Nasdaq chiude in rosso in area 2.800 punti.

Il Nasdaq ha chiuso a 2.880,53 (-0.82%), il Dow Jones ha chiuso a 10.546,07 (+0,72%), l’ S&P 500 a 1.348,97 (+0,54%) e il Russell 2000 a 471,70 (-0,04%).

Gli investitori si sono lanciati negli acquisti in apertura, dopo che il candidato repubblicano, George W. Bush, si e’ dichiarato vincitore delle presidenziali in seguito alla certificazione dei voti in Florida.

Il comparto tecnologico, insieme alle Blue Chip, era partito in quarta grazie ai prezzi d’occasione, ma e’ stato sopraffatto verso meta’ giornata dai realizzi di profitto e dalle incertezze sulle prospettive di crescita delle aziende del settore.

“Le elezioni sono state senza dubbio un fattore di grande importanza psicologica per i mercati – ha dichiarato Charles Crane di Spears, Benzak & Farrell – Ribaltare il risultato della certificazione diventa sempre piu’ difficile”.

Molti investitori sono convinti che il piano di riduzione fiscale promesso da Bush sara’un elemento propulsivo per la borsa, senza contare che l’azione di controllo del governo sul business dovrebbe allentarsi, con benefici per societa’ come Microsoft, che hanno ancora una partita aperta con l’antitrust.

Tra i grandi titoli industriali, spicca la performance dei farmaceutici, uno dei settori piu’ bersagliati dal candidato democratico Al Gore che ha spesso accusato le multinazionali di ‘gonfiare’ artatamene il prezzo delle medicine fornite al sistema sanitario nazionale.

Oltre ai farmaceutici, sui listini in generale avanzano finanziari, distribuzione, calzaturiero, acciao e alluminio.

Cedono terreno invece ristorazione, semiconduttori, estrazioni petrolifere, attrezzature per ufficio e sanita’.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore automobilistico, uno degli azionisti di riferimento di DaimlerChrysler (DCX), Kirk Kerkorian, ha chiesto di mandare a monte la joint venture tra Daimler e Chrisler. Motivo: il prezzo dell’azione continua inesorabilmente a calare. Nonostante cio’ il titolo ha guadagnato quest’oggi quasi l’ 1%.
(Vedi Auto: azionista chiede di dividere DaimlerChrysler)

Nel settore industriale, General Electric (GE) ha guadagnato quasi lo 0,5% dopo che e’ stata sciolta la riserva per la successione del leggendario Jack Welch. Al termine del 2001, quando Welch andra’ in pensione, presidente e amministratore delegato del colosso industriale e finanziario sara’ Jeffrey Immelt.
(Vedi Immelt e’ successore di Welch alla guida di GE)

Nel settore dei software, e’ stata depositata oggi in tribunale l’istanza con cui gli avvocati di Bill Gates chiedono alla Corte di appello di annullare la sentenza di primo grado che condanna Microsoft (MSFT) a essere divisa in due aziende indipendenti. Il titolo ha guadagnato oltre l’ 1,5%.
(Vedi Microsoft: parte processo d’appello)

Nel settore delle telecomunicazioni, The Walt Disney Co. (DIS) ha deciso di sospendere l’accordo con Nokia (NOK) che consente l’utilizzo dei suoi personaggi sulle cover dei telefonini dopo che la comunita’ scientifica ha sollevato dubbi sulla sicurezza degli apparecchi. Il titolo Disney ha guadagnato l’ 1%, mentre il titolo Nokia ha guadagnato quasi il 4,5%.
(Vedi Disney: niente cellulare per Topolino)

Nel settore automobilistico, Visteon Corp. (VC), la numero due della componentistica per auto sta negoziando con Fiat SpA per l’acquisto di Magneti Marelli per $2,5 miliardi. Il titolo Visteon ha perso quasi l’ 1%.
(Vedi Auto: Visteon tratta per Magneti Marelli)

Nel settore industriale, Commerce One (CMRC) ha perso il 9% dopo aver annunciato una joint venture con alcune dei piu’ grandi gruppi industriali coreani tra cui LG Electronics, Hyundai Automotive e Kumho Group. L’iniziativa, che prendera’ il nome di GTWeb Korea, consentira’ alle aziende di comprare e vendere capacita’ industriali in tempo reale.

Nel settore aereospaziale, Boeing Co (BA) dovrebbe ricevere quest’anno, secondo il Wall Street Journal, ordini per 113 veivoli 777 per un valore di $18 miliardi. Il titolo ha guadagnato quasi il 3%.

Nel settore della grande distristribuzione, Wal-Mart Stores (WMT) ha annunciato di aver registrato venerdi’ vendite record per oltre $1,1 miliardi. Il titolo ha guadagnato quasi il 9,5%.

Nel settore dei software, Objective Systems Integrators (OSII) ha segnato un rialzo di oltre il 29,5% dopo che Agilent Technologies (A) ha annunciato l’acquisizione della societa’ di software per le telecomunicazioni in un’operazione valutata circa $665 milioni, o $17,75 per azione. Agilent, che quest’oggi ha perso lo 0,75%, prevede di chiudere l’operazione nelle prossime sei settimane.

Nel settore dei semiconduttori, Xilinx (XLNX) ha perso quasi il 18%, mentre Altera (ALTR) ha segnato una cessione del 13%. La banca d’affari Lehman Brothers sostiene che entrambe le societa’ non riusciranno a mantenersi in linea con le aspettative sui dati di bilancio per il quarto trimestre a causa di un rallentamento delle vendite.

Nel settore delle apparecchiature medicali, Trimedyne Inc. (TMED) ha guadagnato quasi il 43% dopo aver ottenuto l’approvazione da parte della Food and Drug Administration per la commercializzazione del suo nuovo macchinario laser per il trattamento del mal di schiena.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive
cliccando sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE    (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

LU

Lucent Technologies

20,429,200

17.000

-1.250

-6.85%

NT

Nortel Networks

15,345,500

39.750

+1.188

+3.08%

GE

General Electric

13,266,800

49.625

+0.250

+0.51%

T

AT&T

13,026,500

18.938

-0.375

-1.94%

PFE

Pfizer

12,369,700

44.750

+2.438

+5.76%

NOK

Nokia

12,098,300

43.875

+1.813

+4.31%

TXN

Texas Instruments

11,966,500

44.750

+0.750

+1.70%

MU

Micron Technology

11,683,000

37.250

-3.625

-8.87%

AOL

America Online

10,607,500

44.110

+1.210

+2.82%

C

Citigroup

10,202,500

47.688

+0.375

+0.79%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi volumi,
prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive cliccando
sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE   (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

INTC

Intel

49,358,500

44.250

+0.313

+0.71%

ORCL

Oracle

40,408,800

23.500

-0.625

-2.59%

WCOM

WorldCom

41,325,900

16.375

+0.563

+3.56%

MSFT

Microsoft

38,495,200

71.375

+1.438

+2.06%

CSCO

Cisco Systems

36,596,500

52.000

-0.688

-1.30%

JDSU

JDS Uniphase

20,924,500

63.313

-2.688

-4.07%

SUNW

Sun Microsystems

20,535,600

88.500

+3.625

+4.27%

QCOM

QUALCOMM

19,048,100

89.250

+4.750

+5.62%

BRCM

Broadcom

18,308,700

99.188

-17.938

-15.31%

ARBA

Ariba

17,945,200

68.188

-10.250

-13.07%