WALL STREET POSITIVA, SEGNALI INCERTI DA AZIENDE

26 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A tre ore dalla chiusura della giornata di contrattazioni, tutti gli indici delle Borse USA rimangono con segno positivo, incerti sui segnali che arrivano dalle societa’ ma tenuti a galla dall’aspettativa di un vicino taglio dei tassi di interesse.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Il Nasdaq riesce a far fronte all’ennesima caduta del settore semiconduttori, innescata dal ‘profit warning’ diffuso a inizio mattinata da Texas Instrument. Il Philadelphia Semiconductor Index segna ora un ribasso del 2,33%.

Il Dow Jones invece sfrutta le buone performance del settore grande distribuzione. Gli ottimi risultati del quarto trimestre di Lowes hanno spinto Home Depot, uno dei principali concorrenti, a guadagnare quasi l’8%.

L’effetto di Home Depot viene pero’ notevolmente limitato dalle pesanti perdite, -6%, che sta subendo il colosso industriale Procter&Gamble dopo la revisione sulle stime degli utili per il 2001.

Di fronte a notizie cosi’ contrastanti, a fare la differenza in senso positivo e’ la fiducia degli investitori in un imminente taglio dei tassi di interesse da parte della Fed.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore edile, grande distribuzione, infrastrutture petrolifere, costruzioni, acciaio, divertimento.

In calo invece il settore semiconduttori, prodotti per la casa, infrastrutture per le telecomunizioni, finanziario.