Wall Street positiva, la Fed non ha fretta di alzare i tassi

4 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Wall Street chiude in rialzo seppur lontano dai massimi visti poco dopo l’apertura. Gli investitori aspettano con impazienza il rapporto sull’occupazione di aprile, che verrà diffuso venerdì e da cui potrebbe dipendere il futuro della politica monetaria della Federal Reserve. Oggi Charles Evans, presidente della Federal Reserve di Chicago, è tornato a ripetere che un rialzo prematuro dei tassi è da evitare.

Il Dow Jones aggiunge lo 0,25%, a quota 18.070 punti. L’S&P 500 aumenta dello 0,27% a quota 2.114. Il Nasdaq sale dello 0,23%, a quota 5.070.

Dal fronte macroeconomico, gli ordini alle fabbriche sono aumentati del 2,1 dopo il +0,2% di febbraio, sopra le attese del mercato. L’appuntamento della settimana, come dicevamo, è venerdì, quando verrà diffuso il rapporto sull’occupazione di aprile: Le stime sono per un dato positivo dopo la delusione per la creazione di appena 126.000 unità in marzo, il livello più basso da 15 mesi.

Intanto continua la pioggia di trimestrali: il colosso delle telecomunicazioni Comcast ha superato le attese degli analisti mentre i conti di Sysco il distributore alimentare numero uno in Usa, hanno subito l’effetto del dollaro forte.

Il dollaro sta riprendendo slancio sull’euro. I rialzi dell’azionario sono limitati dai nuovi numeri macroeconomici deboli pubblicati in Cina.

L’indice composito di Shanghai ha chiuso in rialzo recuperando terreno dopo le perdite iniziali scaturite dai timori per il rallentamento più accentuato del previsto dell’attività manifatturiera. La Borsa di Tokyo era chiusa per festività.

Sul valutario, l’euro ha iniziato il nuovo mese sotto pressione, cedendo -0,57% a $1,1134. Dollaro/yen +0,06% a JPY 120,23. Euro/franco svizzero -0,30% a CHF 1,0411. Euro/sterlina -0,32% a 0,7367. Euro/yen -0,52% a JPY 133,86.

Tra le materie prime, i futures sul petrolio Wti a giugno è scivolato dello 0,4% a 58,93 dollari al barile. Brent +0,62% a $66,87. Oro +0,58% a $1.181,30. Argento +0,96% a $16,29.

(DaC-mt)