WALL STREET: PAURA DI CORREZIONE AL NASDAQ

15 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Si riconferma lo scenario di un mercato azionario Usa a due velocita’. Ma questa volta le direzioni sono opposte rispetto al passato, e gli operatori vendono al Nasdaq anticipando una possibile correzione.

Complici della corsa alle vendite, gli analisti tecnici ripetono che una correzione e’ molto possibile anche per l’indice beniamino di Wall Street.

Il settore tecnologico, che tra lunedi’ e martedi’ ha segnato un calo di oltre l’8%, rimane ancora in crescita del 16% rispetto all’inizio dell’anno. Ma gli analisti cominciano a chiedersi se una correzione tecnica (pari al 10%) anche per il Nasdaq sia solo piu’ questione di giorni.

Tra i settori high-tech piu’ colpiti sono quello dei semiconduttori e Internet.

Il Dow invece continua a tirare mentre gli operatori disinvestono dalle azioni high-tech e spendono di piu’ nel broad market.

Anche il mercato dei titoli a reddito fisso e’ sotto pressione. Il rendimento del titolo trentennale del Tesoro Usa, che si muove inversamente al prezzo, e’ salito questa mattina al 6,11% contro il 6,9% segnato martedi’ sera.

Dal punto di vista dei fondamentali, gli utili aziendali continuano a segnare forti crescite. Ne fa fede la crescita del titolo Oracle (ORCL) in pre-borsa sulla base dell’ultimo positivo rapporto aziendale comunicato martedi’ sera.

Ma societa’ solide non vuol dire automaticamente titoli forti. E con i prezzi sostenuto da un rally durato quattro mesi, forse e’ giunto il momento di una pausa anche per i traders piu’ accaniti.

Nel settore dei titoli tecnologici, Oracle (ORCL) dopo essere salito del 15% nel preborsa, ad un’ora dall’apertura delle contrattazioni, e’ in rialzo di quasi il 6% spinto dall’aumento dei profitti del terzo trimestre molto piu’ alti delle aspettative degli analisti. La societa’, inoltre, ha incrementato gli introiti del settore Internet.

Anche il comparto Internet ha fatto faville nel preborsa questa mattina, Ebay (EBAY) e’ in grande movimento dopo le voci di una possible alleanza con il portale telematico Yahoo! (YHOO). I titoli, dopo le smentite di eBay ed i ‘no comment’ di Yahoo! sono attualmente in ribasso. (vedi stria WSI)

Nel settore delle grande distribuzione, Wal-Mart (WMT) e Target (TGT) sono stati inseriti nella lista dei titoli da raccomandare di Goldman Sachs. Entrambi i titoli sono attualmente in perdita di circa l’1%.

Tra i titoli del broad market in controtendenza le azioni Tyson Foods(TSN), che stanno perdendo il 4,7% a quota 8,87 dollari, dopo essere scese dell’8,7% a 8 dollari e mezzo nelle prime battute. Il livello piu’ basso raggiunto dall’ottobre 1990, e una perdita del 58% rispetto all’anno scorso. La ragione di una tale perdita e’ l’avvertimento da parte della societa’ che gli utili del secondo trimestre saranno tra 14 e 16 centesimi ad azione, contro i 27 centesimi previsti dagli analisti e i 28 centesimi dello scorso anno.

Ma ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York York Stock Exchange (dati delle 12:30) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CPQ) Compaq Computer Corporation 23,450,800 30.125 +0.125 +0.42%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 9,658,200 68.313 +1.063 +1.58%;

(AOL) America Online, Inc. 9,284,300 60.188 -1.313 -2.13%;

(PFE) Pfizer Inc 8,037,700 34.750 +1.500 +4.51%;

(T) AT&T Corp. 6,699,500 51.875 -1.125 -2.12%;

(C) Citigroup Inc. 6,757,300 51.250 +1.500 +3.02%;

(XRX) Xerox Corporation 6,424,700 25.250 +2.000 +8.60%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 6,036,600 19.750 +0.313 +1.61%;

(BMY) Bristol-Myers Squibb Company 5,338,700 50.750 +2.813 +5.87%;

(BPA) BP Amoco p.l.c. 5,275,900 52.438 +1.313 +2.57%.

Ed ecco la lista dei 10 titoli piu’ trattati al Nasdaq (dati delle 12:30) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli): (DELL) Dell Computer Corporation 35,225,000 57.000 +2.250 +4.11%;

(ORCL) Oracle Corporation 41,992,000 77.688 +0.688 +0.89%;

(AMGN) Amgen Inc. 23,662,400 56.625 +4.375 +8.37%;

(DELL) Dell Computer Corporation 22,168,100 54.250 -1.688 -3.02%;

(ASTM) Aastrom Biosciences, Inc. 17,730,500 7.500 +2.438 +48.15%;

(MSFT) Microsoft Corporation 15,077,000 95.125 unch 0.00%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 15,166,300 129.438 -2.313 -1.76%;

(INTC) Intel Corporation 13,249,200 120.281 +2.406 +2.04%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 12,397,600 115.875 -9.125 -7.30%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 11,862,000 43.688 +0.625 +1.45%;

(COMS) 3Com Corporation 9,963,500 57.719 +2.906 +5.30%.