WALL STREET PARTE MALE, DELUSIONE TRIMESTRALI

18 Giugno 2008, di Redazione Wall Street Italia

La seduta di borsa a Wall Street si e’ aperta in lettera (controlla la performance in tempo reale). Gli indici si muovono al ribasso pressati dalle ultime, deludenti trimestrali societarie che hanno incrementato i timori su un proseguimento del rallentamento economico.

Il corriere internazionale FedEx (FDX) ha riportato utili di 2 centesimi inferiori al consensus, a causa degli elevati costi del carburante. La societa’, ritenuta un po’ la cartina di tornasole dell’economia, ha anche rivisto al ribasso l’outlook sul primo trimestre e sull’intero anno fiscale 2009. L’azione cede il 2.50% nei minuti inziiali.

Nel comparto finanziario, Morgan Stanley (MS) ha riportato utili di 3 centesimi superiori alle attese (comunque dimezzati rispetto allo scorso anno), non ha pero’ rispettato le stime sui ricavi. Il titolo cede quasi il 6% e potrebbe trascinare al ribasso l’intero comparto, gia’ indebolito dall’allarme sulla crisi del credito lanciato ieri da Goldman Sachs (GS).

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Piu’ tardi in giornata, alle 16:30 ora italiana, ad occupare la scena sara’ il comparto energetico, in occasione della comunicazione dei dati settimanali sulle scorte di petrolio. Intanto, nei primissimi minuti di scambi, i futures con scadenza luglio sono in rialzo di $0.72 a $134.73. La rottura della barriera dei $130 ha sollevato serie preoccupazioni tra gli operatori, intimoriti da un eccessivo incremento dell’inflazione che potrebbe presto spingere la Federal Reserve ad adottare una politica monetaria restrittiva.

I prezzi delle commodities continuano a salire vertiginosamente, a nuovi massimi. I futures su grano e soia continuano a trattare in forte rialzo. Le inondazioni avvenute negli ultimi giorni nella zona occidentale del Paese hanno distrutto numerose piantagioni: inevitabile il balzo dei prezzi.

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ in lieve calo a 1.5482 nei confronti del dollaro. In progresso l’oro a $892.90 (+$6.00) l’oncia. In recupero i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.1890%.

parla di questo articolo nel Forum di WSI