Wall Street parte all’insegna della debolezza

13 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

Partenza all’insegna della debolezza per Wall Street all’indomani della terza seduta consecutiva di ribassi e che ha fatto vivere a Wall Street la peggior tre giorni da inizio luglio, complici ieri i dati sulle richieste di sussidi di disoccupazione e i conti di Cisco.

Oggi il mercato sembra non trarre troppo sostegno da dati macro non deludenti: in linea alle attese i prezzi al consumo cosi’ come le vendite al dettaglio. Alle 15:55 sara’ la volta della Fiducia dei consumatori rilevata dall’Universita’ del Michigan. Cinque minuti dopo fari sulle scorte di magazzino.

Sul fronte societario Unica Corp, societa’ di software e servizi per l’automatizzazione di processi di marketing, balza del 117% dopo che il colosso informatico IBM ha detto che paghera’ $21 per azione, o $480 milioni, per comprare in gruppo. L’operazione avverra’ interamente in contanti.

Il gruppo di energia elettrica Dynegy sale di oltre il 60%. La societa’ verra’ acquisita da una controllata di Blacstone Gorup per $4.7 billion, debito incluso. Gli azionisti del gruppo riceveranno $4.50 in contanti per ogni azioni circolante in loro possesso.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures sul petrolio con consegna settembre, dopo aver perso ieri $2.29 a $75.74 il barile (-2.9%), ora cede lo 0.05% a $75.70. Il derivato con scadenza agosto dell’oro, che ieri aveva guadagnato $18 a $1217 l’oncia, cede $2 rispetto ai valori della seduta prima quando aveva toccato i massimi di sei settimane. Sul valutario l’euro continua a scivolare dello 0.17% a quota $1.2807. Quanto ai Treasury, i prezzi del benchmark decennale salgono con il rendimento sceso al 2.7170 dal 2.7350% di ieri.