WALL STREET PARTE AL RIALZO, TENTA IL RECUPERO

29 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Gli indici azionari americani si stanno spingendo al rialzo nei minuti iniziali, recuperando parte del terreno ceduto con il sell-off di ieri (controlla la performance in tempo reale). A riportare il buonumore sui mercati sono state alcune trimestrali societarie rivelatesi migliori delle attese. Colgate-Palmolive (CL), le due societa’ energetiche Valero Energy (VL) e BP (BP), U.S. Stell (X) hanno tutte battuto le attese.

A polarizzare l’attenzione degli operatori e’ comunque il colosso bancario Merrill Lynch (MER) in seguito all’annuncio a sorpresa relativo alla vendita di alcuni suoi asset per un totale di $30 miliardi e all’emissione di nuove azioni per un valore di $8.5 miliardi. Il titolo, finito nel ciclone della crisi del credito, negli ultimi 12 mesi ha lasciato sul campo il 67%; in mattinata tratta in leggero rialzo.

Gli investitori sono ora in attesa degli ultimi numeri sulla fiducia dei consumatori, sempre piu’ preoccupati dagli elevati costi energetici e dalle condizioni del mercato del lavoro in deterioramento. I numeri giunti dal fronte immobiliare, invece, si sono attestati a livelli sostanzialmente in linea col consensus, evidenziando una continua debolezza dell’intera comparto: l’indice Case-Shiller e’ infatti scivolato -15.8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Tra le altre news societarie, in evidenza SAP, la societa’ tedesca di software, acerrima rivale di Oracle (ORCL), che ha riportato vendite migliori delle attese ed emesso un outlook incoraggiante per i prossimi mesi. BP (BP) ha dato il via alla stagione degli utili dei colossi petroliferi riportando un amumento del 28% dei profitti nel secondo trimestre. Alcatel-Lucent (ALA) e’ in rialzo dopo le dimissioni del presidente e del CEO del gruppo maturate in seguito alla sesta perdita trimestrale consecutiva. Il gigante giapponese dell’hi-tech Sony (SNE) ha emesso un profit warning sui prossimi risultati dopo aver registrato un calo del 47% dei profitti nell’ultimo trimestre.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico tratta in calo il greggio. I futures con consegna settembre segnano un ribasso di $1.03 a $123.70 al barile. Sul valutario, l’euro e’ in flessione rispetto al dollaro a 1.5688. In calo l’oro a $932.90 (-$4.90) l’oncia. Scendono i Titoli di Stato: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.05%.

parla di questo articolo nel Forum di WSI