WALL STREET: ONDATA DI SELL SUL NASDAQ

18 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

L’ indice tecnologico Nasdaq composite e’ pesante in apertura a New York, -1,65%, per via dei sell su alcune delle blue chip hi-tech, come Google e Microsoft, penalizzate da trimestrali inferiori alle aspettative. Il Dow Jones segna invece -0.50% e lo S&P 500 -0,50%.


I prezzi dei titoli di stato
Usa sono in netto calo per il secondo giorno consecutivo, dopo
che Citigroup oggi e JP Morgan ieri hanno diffuso
i dati sul secondo trimestre, migliori delle attese e promossi

dal mercato.

Le due banche statunitensi, con i loro risultati, hanno
contribuito a riportare sui mercati una parte dei capitali che
si erano spostati verso beni rifugio come i bond. Il Treasury a due
anni perde 3/32 a 100*20, con
un rendimento che sale al 2,523%. Analogo il movimento per il
benchmark a 10 anni che scende di 6/32 a 98*27, con
rendimento al 4,016%. Lo spread della curva dei rendimenti del
segmento 2/10 è pari
a 149,3.
Gli investitori stanno seguendo con attenzione anche
l’influenza sul mercato azionario del prezzo del greggio,
scambiato sulla piazza americana poco sopra i 130 dollari
al barile. Se l’oro nero dovesse scendere sotto questa soglia,

potrebbe innescare un recupero del mercato azionario e mettere
sotto pressione i bond.