WALL STREET: OGGI RIAPRE IL MERCATO DEI BONDS

13 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street rimane chiusa anche oggi, ed e’ molto probabile che non apra fino a lunedi’ prossimo.

Oggi pero’ riapre il mercato dei bond. Alle 14:00 ora italiana, cioe’ le 8:00 ora di New York, riprendono le contrattazioni sul mercato obbligazionario.

Aprono i battenti quindi il Chicago Board of Trade (CBOT) e il Chicago Mercantile Exchange (CME), con l’esclusione dei prodotti futures sugli indici azionari.

E’ possibile, ma resta ancor un’ ipotesi da verificare, che venerdi’ invece aprano le contrattazioni sugli indici Dow Jones, Nasdaq 100 e sui prodotti futures Standard & Poor’s.

Si tratta in ogni caso della piu’ lunga sospensione delle contrattazioni azionarie (superiore ai due giorni) dai tempi della Grande Depressione, scattata con il crollo dell’ Ottobre 1929.

Durante la I Guerra Mondiale Wall Street fu chiusa per un mese. Quando ci fu l’ attacco a Pearl Harbor, il mercato azionario Usa era aperto (quel giorno la perdita fu del 2,9%) e i giorni successivi non fu ordinata alcuna chiusura.

Tra le difficolta’ che rallentano l’ apertura di Wall Street nei prossimi giorni, vanno valutati fattori molto concreti legati al fatto che la zona a sud di Manhattan, sede del mercato finanziario e dove decine di banche e finanziarie hanno gli uffici, pare un territorio di guerra.

Una densa colonna di fumo ancora si sprigione dal cumulo di macerie dove sorgevano i grattacieli del World Trade Center. L’aria e’ irrespirabile in tutta la zona. E’ terribile dirlo, ma si tratta di un cimitero provvisorio per migliaia di cadaveri seppelliti tra i detriti.

Inoltre altri palazzi circostanti l’ex WTC sono pericolanti. Un grattacielo di 50 piani, a One Liberty Plaza, potrebbe crollare secondo le autorita’ di New York da un momento all’ altro.