WALL STREET: NASDAQ SUL FILO DI QUOTA 2.900 PUNTI

13 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

A circa mezz’ora dall’apertura degli scambi a New York, tutti i principali indicatori accentuano progressivamente le perdite dopo lo scivolone iniziale. Il tabellone elettronico del Nasdaq brucia il 3,4% dopo gli utili deludenti di Hewlett-Packard, mentre le Blue Chip cedono l’1,3%. Lo scontro per la Casa Bianca si sposta intanto in tribunale.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Due nubi nere pesano oggi sui mercati: i deludenti risultati trimestrali di Hewlett-Packard e le continue incertezze sull’esito delle elezioni presidenziali americane.

L’attenzione degli investitori e’ puntata ora verso il tribunale federale della Florida, che questa mattina prendera’ in esame il ricorso presentato dal candidato repubblicano George W. Bush per bloccare il conteggio manuale delle schede nella contea di Palm Beach.

Le autorita’ elettorali hanno deciso di procedere a un nuovo scrutinio dopo che il conteggio manuale, condotto su un campione pari all’1% delle schede, aveva evidenziato una significativa erosione del gia’ esiguo vantaggio di Bush sull’avversario democratico Al Gore.

Il segretario di stato della Florida, Katherine Harris, ha tuttavia deciso di certificare i voti domani pomeriggio alle 17, troppo presto perche’ il conteggio manuale sia terminato, nonostante gli scrutatori si sottopongano a turni massacranti di 14 ore al giorno.

L’ex segretario di Stato Usa, Warren Cristopher, consulente dei democratici nelle querelle elettorale, ha definito la decisione di Harris “arbitraria e irragionevole”.

Sempre domani pomeriggio, un tribunale di stato della Florida, prendera’ in esame il primo dei numerosi ricorsi presenati dagli elettori per annullare le votazioni nella contea di Palm Beach, dove sono state lamentate numerose irregolarita’.

Il ricorso chiede esplicitamente che il giudice blocchi con un provvedimento incidentale la certificazione dei voti nella contea, tentando cosi’ di sbarrare la strada a una soluzione accellerata della vicenda.

“Comunque vadano a finire le cose, per il vincitore sara’ una vittoria di Pirro – ha commentato Greg Valliere, economista politico di Charles Schwab Washington Research Group – Rischiamo di trovarci di fronte alla stessa situazione del 1876 quando Rutherford Hayes vinse, ma per tutta la durata del mandato alla Casa Bianca fu chiamato ‘Rutherford Hayes l’imbroglione'”.

Dopodomani infine la riunione del comitato direttivo della Federal Reerve che decide in tema di politica monetaria, ma gli analisti si attendono tassi fermi, in considerazione del rallentamento della crescita economica.

Tra i principali titoli in movimento questa mattina a Wall Street:

Nel settore informatico, Hewlett-Packard Co. (HWP), il colosso americano di computer e stampanti, ha chiuso il quarto trimestre del suo anno fiscale con utili di 41 centesimi per azione, ben al di sotto delle aspettative dei principali analisti di Wall Street che si attendevano utili di 51 centesimi. Il titolo perde quasi il 15,5%.
(Vedi Utili: HP manca obiettivi e scatena terremoto e Aziende: tutti i risultati del trimestre)

Nel settore del franchising, Cedant Corp. (CD) ha annunciato questa mattina l’acquisizione per $935 milioni del rimanente 82% di Avis Group Holdings Inc (AVI). Nell’agosto scorso Cedant aveva messo le mani sul 18% della societa’. Il titolo perde oltre il 3,5%, mentre il titolo Avis guadagna il 6%.
(Vedi Cedant compra 82% di Avis per $935 Mln )

Nel settore dei semiconduttori Intel Corp. (INTC) introduce sul mercato due nuovi processori Celeron a prezzi contenuti. Il titolo perde l’ 1%.

Nel settore informatico, Dell Computer (DELL) perde il oltre il 2% dopo aver rivisto in negativo le previsioni di crescita del fatturato per il 2001: la societa’ prevede un aumento del 20% invece del 30% annunciato in precedenza.

Nel settore cartario, Weyerhaeuser (WY) ha annunciato di aver offerto $48 ad azione per l’acquisizione della rivale Willamette Industries (WLL). Con l’assunzione del debito per $1,7 miliardi, il valore totale dell’operazione e’ di $7 miliardi. Il titolo WY perde quasi il 5%, mentre il titolo WLL guadagna quasi il 42%.

Nel settore delle spedizioni postali, Federal Express (FDX) ha intenzione di acquisire per $1,2 miliardi, pari a $28,13 ad azione e compresa l’assunzione del debito, American Freightways (AFWY). Il titolo FDX perde oltre il 2%, mentre il titolo American Freightways guadagna oltre il 57%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati delle 10:00) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando
sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE    (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

HWP

Hewlett-Packard

4,395,000

33.500

-5.625

-14.38%

EMC

EMC

2,662,500

77.125

-5.188

-6.30%

NOK

Nokia

1,858,400

36.500

-1.750

-4.58%

GE

General Electric

2,086,400

52.000

-1.875

-3.48%

HD

Home Depot

1,671,000

36.750

+0.500

+1.38%

AOL

America Online

2,037,400

49.090

-1.410

-2.79%

NT

Nortel Networks

1,280,800

37.375

-0.938

-2.45%

T

AT&T

1,768,500

20.500

+0.125

+0.61%

LU

Lucent Technologies

1,584,200

21.250

-0.625

-2.86%

GLW

Corning

1,659,400

59.375

-0.750

-1.25%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati delle 10:00) con rispettivi volumi, prezzi e
variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando sul simbolo dei
singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO (in $)

VARIAZIONE   (in punti)

VARIAZIONE (percentuale)

CSCO

Cisco Systems

10,394,700

48.625

-1.438

-2.87%

INTC

Intel

8,681,400

36.313

-0.688

-1.86%

SUNW

Sun Microsystems

5,934,900

83.563

-5.625

-6.31%

WCOM

WorldCom

5,998,800

15.125

-0.375

-2.42%

DELL

Dell Computer

7,000,200

22.438

-0.563

-2.45%

ORCL

Oracle

5,265,400

24.500

-0.938

-3.69%

MSFT

Microsoft

5,141,400

65.813

-1.563

-2.32%

JDSU

JDS Uniphase

3,434,100

67.438

-1.125

-1.64%

AMAT

Applied Materials

2,728,400

40.125

-0.813

-1.98%

AMCC

Applied Micro Circuits 

1,886,800

61.500

0.00

0.00

Per una copertura completa vedi ELEZIONI USA:
SPECIALE WALL STREET ITALIA