WALL STREET: NASDAQ PROVA A NON CHIUDERE IN ROSSO

15 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dalla chiusura delle borse di New York il Nasdaq rimane a stento in territorio positivo, dopo essere passato in perdita per pochi minuti. Il Dow oscilla attorno alla soglia dei 10.000 punti.

Continuano a tirare i titoli tecnologici, che tentano di formare un fondo dopo le pesanti perdite di mercoledi’.

Verificare aggiornamento indici in tempo reale in prima pagina.

Richard McCabe, capo analista di mercato per Merrill Lynch, rileva come “gli indicatori di sentimento continuano a migliorare; in particolare il rapporto put/call del Chicago Board of Exchange sta mettendo a segno la migliore prestazione dalla fine dell’estate 1998”.

McCabe si dice “convinto che il mercato si trovi alla fine del recente periodo di declino, ma non ci sono ancora prove evidenti che abbia raggiunto un fondo raginevolmente affidabile”.

Il consiglio di McCabe per gli investitori e’ di utilizzare i cali del mercato per aumentare il numero di titoli in proprio possesso.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore telecomunicazioni, infrastrutture per le telecomunicazioni, pc, biotecnologico, utility, brokeraggio, costruzioni edili, acciaio, alluminio, trasporto aereo, bancario.

In calo invece il settore oro, ferroviario, giocattoli, bevande analcoliche, aerospaziale, farmaceutico, controllo inquinamento, alimentare, tabacco, estrazione petrolifera, beni di largo consumo.