WALL STREET: NASDAQ INDECISO SULLA PARITA’

8 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Nonostante una partenza decisamente promettente, il Nasdaq continua a oscillare indeciso attorno alla soglia di parita’, mentre l’indice Dow Jones rimane in territorio negativo.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Come accaduto anche nella seduta di lunedi’, a frenare i mercati e’ principalmente il settore finanziario schiacciato dalle performance di Citigroup (C – Nyse) e JP Morgan Chase (JPM – Nyse), nonche’ dal downgrade che ha colpito nella mattinata il colosso American Express (AXP – Nyse).

“Da un punto di vista tecnico – ricorda Dick Dickson di Hilliard Lyons – l’attivita’ borsistica di inizio settimana ha coinciso con l’avvicinarsi per molti indici americani a delicate soglie di resistenza e soprattutto bassi volumi di scambio”.

L’analista sostiene che questo rappresenti un segno decisamente negativo visto che “pochi ordini di acquisto vicino alle resistenze anticipano un indietreggiamento dei mercati”.

Dickson consiglia di non attendersi niente di sconvolgente sui mercati dopo i bilanci attesi da Cisco Systems (CSCO – Nasdaq) dopo il termine della seduta. “Meglio incassare ora”, e’ il suo suggerimento.

Ed e’ proprio a Cisco che gli occhi degli investitori sono rivolti. Piu’ che agli utili del primo trimestre, tuttavia, il mercato si attende previsioni ottimistiche sui prossimi trimestri e l’intero anno 2001.

Sul fronte macroeconomico, intanto, il dato sulla produttivita’ nei primi tre mesi dell’anno ha segnato un calo dello 0,1%, il primo da sei anni a questa parte.

Il dato – dicono gli analisti – rafforza la convinzione che la Federal Reserve tagli i tassi d’interesse di almeno 50 punti base in occasione del prossimo meeting, in agenda il 15 maggio.

Infatti, anche se un declino della produttivita’ potrebbe portare a pressioni inflazionistiche, la banca centrale americana sembra ora piu’ preoccupata a evitare un ingresso nella recessione.