WALL STREET: NASDAQ GIU’, DOW POSITIVO

25 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Le notizie relative agli utili societari continuano a condizionare l’andamento degli indici.

Mentre il Dow Jones riesce a recuperare terreno grazie ai titoli industriali, che accolgono positivamente il bilancio di Lockheed Martin (LMT – Nyse), il Nasdaq e’ depresso dai cali dei titoli high tech.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Pesano sul listino tecnologico i ribassi del produttore di componenti ottiche Jds Uniphase (JDSU – Nasdaq) e della societa’ software Verisign (VRSN – Nasdaq).

Il mercato ha ignorato il dato superiore alle stime relativo alla vendita di case esistenti di dicembre. L’indicatore macroeconomico ha subito un calo dello 0,8%, leggermente superiore alle stime.

Nel frattempo molti analisti rimangono scettici sul recupero dell’economia, nonostante le parole confortanti di Alan Greenspan . Alcuni operatori sottolineano come sia meglio per gli investitori attendere segnali piu’ tangibili di recupero dal fronte societario prima di tornare ad acquistare sul mercato con decisione.

Tra l’altro le stesse societa’ preferiscono non sbilanciarsi troppo sui risultati societari relativi ai prossimi trimestri.

E’ il caso della societa’ di infrastrutture per tlc Qualcomm (QCOM – Nasdaq), che ha formulato previsioni pessimiste sul secondo trimestre . Immediata la reazione della banca d’affari CIBC World Markets che ha espresso un giudizio negativo sul titolo.

Sul comparto si distingue il calo di Ericsson (ERICY – Nasdaq), dopo il warning che la societa’ ha lanciato nel breve. Sulla scia della notizia cede Nokia (NOK – Nyse).

La scure di Verisign si abbatte sull’intero comparto dei software, depresso dai cali di PeopleSoft (PSFT – Nasdaq) e di I2 Technologies (ITWO – Nasdaq), nonostante le due societa’ abbiano pubblicato bilanci superiori alle stime.

I semiconduttori, dopo l’iniziale debolezza, iniziano a recuperare terreno, con l’indice di settore Philadelphia Semiconductor Index (SOX) in crescita di quasi l’1% nonostante le perdite di Intel (INTC -Nasdaq) e di Advanced Micro Devices (AMD -Nyse).

Il Dow Jones assiste ai recuperi dei conglomerati Tyco (TYC -Nyse), United Technologies (UTX -Nyse) e General Electric (GE -Nyse).

Recuperano i finanziari, con i rialzi di Morgan Stanley Dean Witter (MWD -Nyse) e di Goldman Sachs (GS -Nyse), che riescono a ignorare il calo della banca d’affari JP Morgan (JPM – Nyse), che continua ad accusare l’esposizione sulla societa’ di distribuzione energetica Enron (ENRQ – Pink Sheets).

Sul Dow si mette in evidenza il calo dei titoli farmaceutici, con Glaxo SmithKline (GSK -Nyse) e Bristol-Myers Squibb (BMY -Nyse) che guidano i ribassi. A deprimere i titoli e’ la nota negativa espressa da James Kelly, analista della banca d’affari Goldman Sachs, sull’intero comparto.

Altra maglia nera del listino dei titoli industriali e’ il titolo del produttore di pc Gateway (GTW – Nyse) che cede terreno. Sulla societa’ si e’ abbattuta la scure delle banche d’affari Morgan Stanley, Merrill Lynch e CSFB, dopo che il gruppo ha dichiarato di prevedere perdite nei prossimi trimestri nel tentativo di conquistare nuove quote di mercato.

Sul fronte societario occhi puntati sulla societa’ informatica Compaq (CPQ – Nyse). Nella conferenza con gli investitori, l’amministratore delegato di Compaq ha previsto nel 2002 una crescita delle vendite dell’1%, ribadendo il recupero che la societa’ dovrebbe mettere in atto nella seconda meta’ dell’anno in corso.

Per avere piu’ dettagli sui TITOLI CALDI che stanno movimentando la sessione odierna clicca sulla sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!