WALL STREET: NASDAQ, CONTINUA LA DISCESA

20 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dalla chiusura della sessione sulle borse USA, il Nasdaq continua a scontare la valanga di ‘downgrade’ che ha travolto in mattinata soprattutto il settore semiconduttori.

Rimane invece indeciso il Dow Jones che non riesce a decollare completamente

Tra le blue chip, alla buona prestazione dei titoli della grande distribuzione (Wal Mart e Home Depot) fa da contrappeso la flessione di Hewlett-Packard.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Intanto il mercato si prepara ai dati economici della settimana.

Il numero piu’ importante, l’indice dei prezzi al consumo di gennaio, sarà reso noto domani e dovrebbe evidenziare un aumento mensile dello 0,3% dal precedente 0,2%.

Un dato in linea con le previsioni avrebbe un impatto sostanzialmente neutrale sui mercati, che per avere indicazioni utili sullo scenario di crescita dovranno attendere la prossima settimana, quando saranno comunicati l’indice di fiducia dei consumatori di febbraio del Conference Board e dell’Università del Michigan (dato finale), gli ordini di beni durevoli, la survey Pmi di Chicago e l’indice Napm di febbraio.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore della grande distribuzione, tabacco, bevande, alluminio, tessile, cosmetici, ferrovie, aerospazio, giocattoli.

In calo invece il settore bancario, semiconduttori, brokeraggio, infrastrutture per le telecomunicazioni, oro, calzature, personal computer, assicurativo.